Home Cronaca Reggio Emilia: la Polizia di Stato interviene per un’aggressione in piazzale Europa...

Reggio Emilia: la Polizia di Stato interviene per un’aggressione in piazzale Europa e un furto in via Compagnoni

Nella serata di ieri, personale della squadra volante è intervenuto in piazzale Europa dove una persona era stata ferita da cocci di bottiglia. Sul posto la vittima, cittadino gambiano classe 1991, in palese stato di alterazione alcolemica. La Polizia provvedeva a rintracciare in zona un uomo che corrispondeva alla descrizione fornita dall’aggredito il quale, interpellato, negava ogni addebito. Il soggetto veniva identificato per O.K., classe 1987, cittadino senegalese sottoposto agli arresti domiciliari, deferito all’Autorità per il reato di evasione. Sono in corso accertamenti inerenti l’aggressione.

Sempre ieri, in tarda serata, operatori della Squadra Volante intervenivano in via Compagnoni a seguito di segnalazione di furto in atto. La richiesta di intervento era arrivata da una cittadina la quale aveva segnalato di aver visto un uomo tagliare la rete metallica di recinzione, introdursi in un cantiere ed asportare materiali edili. Sul posto gli operatori si ponevano all’inseguimento dell’uomo, che in un primo momento si sottraeva alla cattura, aggredendo un agente e cagionandogli lesioni successivamente refertate con prognosi di 5 giorni.

Poco dopo l’uomo veniva individuato all’interno di un condominio di via Bergonzoni. All’arrivo della volante il soggetto, presumibilmente in stato di alterazione da assunzione di sostanze stupefacenti, tentava di arrampicarsi da una finestra del quarto piano con l’intento di guadagnarsi la fuga, venendo a fatica fermato dagli operanti che lo tratteneva per la cintura, evitando che lo stesso cadesse nel vuoto. Il soggetto veniva poi trasportato presso il locale nosocomio e sottoposto ad analisi cliniche. Veniva poi dimesso con prognosi di 3 giorni per “agitazione psicomotoria dopo abuso di cocaina”. Accompagnato presso gli uffici della Questura, l’uomo veniva identificato per Z. H., nato in Tunisia, classe 1989, irregolare sul territorio nazionale e con precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti ed immigrazione clandestina. Il soggetto veniva quindi tratto in arresto per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.