Home Cronaca “Focus on the Road”, la campagna della rete di cooperazione tra le...

“Focus on the Road”, la campagna della rete di cooperazione tra le Polizie Stradali

European Roads Policing Network ha programmato nel periodo dal 14 al 20 settembre 2020 l’effettuazione della campagna europea congiunta denominata “Focus on the Road” (Concentrarsi sulla strada), che avrà per oggetto il corretto utilizzo durante la guida dei telefoni cellulari, che oggi rappresentano motivo di grande distrazione.

ROADPOL è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i Paesi Membri, tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia e la Georgia.

L’Organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011 – 2020, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche” in tutta Europa, all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo ROADPOL.

Lo scopo della campagna “Focus on the Road” (Concentrarsi sulla strada), programmata nel periodo dal 14 al 20 settembre 2020, è di verificare efficacemente, su tutte le arterie europee di grande viabilità, il rispetto del corretto utilizzo di determinati apparecchi durante la guida (telefoni cellulari, smartphones, cuffie sonore), sicché si sviluppi la coscienza e la consapevolezza che nello stesso momento tutte le Forze di Polizia Stradale dell’Unione europea stanno operando con le medesime modalità, strumenti omogenei e un obiettivo comune.

Per l’intera settimana, chiunque si metterà alla guida sulle direttrici europee sarà pertanto conscio che, in ogni Paese che attraverserà, il corretto utilizzo di apparecchi radiotelefonici durante la guida verrà costantemente monitorato.

La Sezione Polizia Stradale di Modena, con il coordinamento del Compartimento Polizia Stradale per l’Emilia Romagna che ha organizzato analoghi servizi in tutta le Regione, ha predisposto, pertanto, sul territorio di propria competenza, per tutto il periodo sopra indicato e sulle ventiquattrore, l’effettuazione di mirati controlli sulle arterie autostradali e su quelle di grande comunicazione.

L’attenzione principale è sulle condotte di guida maggiormente pericolose per la sicurezza stradale, a partire dal contrasto alla velocità eccessiva, ai fenomeni di distrazione dovuti all’utilizzo di telefoni cellulari e smartphone, al mancato utilizzo di sistemi e mezzi di protezione passiva dei conducenti e delle persone trasportate (cinture di sicurezza, seggiolini omologati per bambini, caschi di protezione per motociclisti), fino alla verifica delle adeguata manutenzione e revisione obbligatoria dei veicoli e della copertura assicurativa RCA.