Ancora un laboratorio speciale al FabLab Junior: questa volta ospite della struttura dedicata ai ragazzi e all’innovazione è Margherita Fraccon, educatrice museale specializza in didattica dell’arte e mediazione culturale del patrimonio artistico, che porta a Fiorano un particolare momento di incontro fra creatività, arte e letteratura.

Per giovedì 19 novembre alle ore 17 è infatti in programma il laboratorio gratuito “Buon compleanno Gianni Rodari”, dal ciclo “100 di questi giorni”, proposto per la fascia d’età 6 / 9 anni; le iscrizioni sono già aperte (info@casacorsini.mo.it), il laboratorio dura 90 minuti.

“Buon compleanno Gianni Rodari” è un’attività dedicata allo scrittore più amato dai bambini che con il suo linguaggio chiaro e originale ha saputo parlare all’infanzia di grandi temi e soprattutto ha mostrato che la creatività può nascondersi in ogni cosa, anche in un errore. A partire da alcune letture e seguendo qualche suggerimento tratto da “Grammatica della fantasia” i partecipanti

potranno cimentarsi nell‘invenzione di una piccola storia illustrata ad arte.

L’appuntamento è parte del ciclo “100 di questi giorni”, proposto da “Senza Titolo – Progetti aperti alla cultura”, che sviluppa iniziative per bambini e ragazzi su Federico Fellini, Gianni Rodari e Wayne Thiebaud in occasione dei cento anni dalla nascita.

Margherita Fraccon, dopo un Erasmus a Parigi, tra i banchi della Sorbona, durante il terzo anno della triennale presso la facoltà di Lettere e Filosofia si scopre innamorata dell’arte. Dalla filosofia all’arte il passo è breve: si specializza in didattica dell’arte e mediazione culturale del patrimonio artistico, in Accademia di Belle Arti, a Bologna. Progetta e conduce visite guidate, visite animate, laboratori, mediazione culturale per le scuole di ogni ordine e grado, famiglie e adulti. Collabora con “Senza Titolo – Progetti aperti alla cultura”, per le esperienze dedicate alle collezioni permanenti di MAMbo, Museo Morandi, Casa Morandi, Museo per la Memoria di Ustica, Esprit Nouveau e alle mostre temporanee.

Articolo precedenteIl WiFi ad accesso libero del Comune di Bologna cambia nome: dal 4 novembre si chiamerà BolognaWiFi
Articolo successivoViminale “Intensificare collaborazione con Tunisia sui migranti”