Home Modena Premi di Profilo Donna Magazine ai medici dell’AOU di Modena

Premi di Profilo Donna Magazine ai medici dell’AOU di Modena

A Natale, Profilo Donna Magazine ha premiato l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena. Il 18 dicembre scorso, infatti, Cristina Bicciocchi Direttore Responsabile e Presidente dell’Associazione Donne del 2000APS, ha premiato il Direttore Generale Claudio Vagnini, il Direttore della Struttura Complessa di Anestesia Rianimazione Terapia Intensiva dell`Ospedale di Baggiovara, Elisabetta Bertellini, il Direttore della Cardiologia del Policlinico, Giuseppe Boriani, il Direttore della Cardiologia dell’Ospedale Civile, Stefano Tondi – come medici in prima linea per la Sanità 2020.

I premi assegnati sono opere d’arte uniche della serie “L’Arte non trema” iniziativa a sostegno delle scuole terremotate promosso da Profilo Donna nel 2017 con la Fondazione Sorrell. Nell’occasione per dare un segno tangibile di solidarietà, è stata fatta una donazione di dispositivi di prevenzione grazie alla collaborazione con il dr. Ettore Ricchi di Skymed.

“Queste festività – ha spiegato Cristina Bicciocchi – sono state diverse per tutti e anche le attività di incontro di Profilo Donna sono state rimandate al 2021. Sono però proseguite le attività di editoria e di solidarietà attenta ai bisogni del territorio e del momento storico. La rivista Profilo Donna Magazine che in questo 2020 si è arricchita di approfondimenti dedicati alla sanità a cura della giornalista Ivana D’Imporzano, premiata per l’informazione del settore, ha voluto conferire attestati di merito e Premi per la Sanità 2020 ai medici in prima linea che hanno combattuto contro il Covid 19 e non solo e che hanno collaborato con la rivista”.

“Siamo grati a Profilo Donna e a Ivana d’Imporzano – ha affermato il Direttore Generale Claudio Vagnini – per la sensibilità e la vicinanza che hanno mostrato in questi mesi nei nostri confronti, parlando di Salute con grande attenzione e profondità. Un premio che gratifica coloro che lo hanno ricevuto e che credo possa idealmente abbracciare tutto il nostro personale da mesi impegnato nella lotta a questa pandemia”.