Home Bologna Come scegliere il frigorifero migliore per la propria cucina

Come scegliere il frigorifero migliore per la propria cucina






Il frigorifero è un elettrodomestico indispensabile in casa perché consente di conservare i cibi a lungo e di rinfrescare le bevande. Ha un valore importante anche perché incide molto sulla bolletta e richiede, al momento dell’acquisto, un investimento non indifferente. Per scegliere il frigorifero migliore per la propria cucina quindi bisogna valutare una serie di caratteristiche utili a ridurre i consumi e a rendere l’investimento duraturo nel tempo.

Modello e necessità
La prima valutazione da fare è quella riguardante i modelli di frigo e i bisogni che l’elettrodomestico deve soddisfare. Se ad esempio si ha una cucina piccola, con uno spazio limitato per il frigo, è consigliabile scegliere un frigorifero a doppia porta con vano per il congelatore e vano frigo di dimensioni standard. Se invece si ha ampio spazio per collocarlo e in casa vivono tante persone, la soluzione migliore potrebbe essere quella di un frigo all’americana, il modello syde by side, o un frigo a 4 porte, chimato french door. La collocazione del frigorifero è molto importante, perché, per garantirne l’efficienza, bisogna dargli una distanza dal muro di almeno 10 centimetri, al fine di non far surriscaldare la resistenza che lo alimenta, e bisogna fare attenzione della facilità di apertura, altrimenti risulta difficile depositare e prendere i cibi, con una conseguente prolungata apertura delle porte, che crea uno spreco di energia.

Marchio e assistenza
Altro aspetto rilevante è la scelta del marchio e della tipologia di assistenza. Elettrodometici come il frigorifero sono solitamente garantiti 10 anni dalle aziende produttrici, garanzia che si aggiunge a quella di 2 anni stabilita per legge, ma al di là della garanzia per difetti di fabbrica o rotture, è molto importante scegliere una tipologia di assistenza efficiente per i malfunzionamenti o per le manutenzioni. Un esperto per l’assistenza Whirlpool a Bologna è quindi altamente consigliato per avere la certezza di un intervento tempestivo e soprattutto avere di un’assistenza certificata dal produttore.

Con l’entrata in vigore del diritto alla riparazione inoltre sono proprio le aziende interessate a fornire un servizio di assistenza e riparazione di qualità e che preservi il più possibile la durata dell’elettrodomestico: è obbligatorio infatti garantire la reperibilità dei ricambi per 10 anni dall’entrata in commercio dei modelli. I modelli di ultima generazione tra l’altro sono costituiti da una serie di sistemi elettrici e da molti più pezzi di ricambio rispetto a qualche anno fa. Se si riscontra una difficoltà a ripararli, è praticamente impossibile ridurre la produzione di rifiuti RAEE, andando così a pesare sulle emissioni e generando un danno economico e ambientale di rilievo.

Efficienza energetica

A proposito di ambiente e consumi, un ulteriore aspetto di cui tenere conto è l’efficienza energetica dell’elettrodomestico, le cui specifiche sono contenute nell’etichetta energetica. Quando si procede all’acquisto è bene confrontare questi parametri per calcolare se c’è la possibilità di risparmiare in consumi ed emissioni, magari investendo solo una piccola cifra in più. Se nel 2021 si effettuano lavori di ristruttuazione in casa, l’acquisto di un elettrodomestico ad alta efficienza energetica, è scontato del 50% grazie al bonus elettrodomestici, rinnovato fino al 31 dicembre 2021. È un tipo di agevolazione che sarà poi rimborsata sulla dichiarazione dei redditi in 10 rate annuali di pari importo.

 






Articolo precedenteManutenzione straordinaria dei corsi d’acqua in Romagna: 3 milioni di euro per 13 lotti di lavori. Approvata dalla Giunta regionale
Articolo successivoVignola, da lunedì si torna ad accedere agli scaffali della Biblioteca