Home Appennino Bolognese Arriva a Monghidoro “Punto Poste Da Te”, l’ufficio postale a portata di...

Arriva a Monghidoro “Punto Poste Da Te”, l’ufficio postale a portata di mano





La sindaca Barbara Panzacchi e il portalettere Alessio Iannuzzi di fianco al nuovo locker ‘Punto Poste da Te’

È stato installato presso il municipio di Monghidoro, sull’Appennino bolognese, “Punto Poste Da Te”, l’innovativo locker digitale di Poste Italiane che permette di gestire le spedizioni e i pagamenti comodamente presso un unico punto, ottimizzando i tempi di spostamento per l’esecuzione delle operazioni. Si tratta infatti un piccolo ufficio postale a portata di mano che può essere installato, su richiesta, all’interno di spazi chiusi e coperti presso edifici residenziali o sedi pubbliche e private, e che consente di ritirare e spedire i pacchi, ritirare la corrispondenza a firma (ad esempio le raccomandate), pagare i bollettini postali, ricaricare le carte prepagate Postepay e telefoniche, nonché gestire gli invii personali.

L’iniziativa rientra nel progetto europeo INDIMO (Inclusive Digital Mobility Solutions) che propone agli utenti soluzioni innovative e inclusive, tra cui una risposta tecnologica per affrontare le sfide chiave della logistica in termini ambientali, organizzativi e di coesione sociale. Punto Poste Da Te, in linea con gli scopi di INDIMO, è offerto principalmente ai cittadini soggetti all’esclusione sociale, come anziani, stranieri e persone con poche competenze in ambito digitale.

Soddisfazione è stata espressa dalla sindaca Barbara Panzacchi: «Ringrazio davvero Poste Italiane nella persona del dottor Lasco nonché la fondazione Istituto Trasporti e Logistica, e in particolare Eleonora Tu, per questo importante servizio di grande utilità a favore del territorio e della cittadinanza che sarà di supporto soprattutto alle fasce di popolazione più fragile; il Comune di Monghidoro, proprio per queste motivazioni, ha aderito con piacere a questo progetto sperimentale che va nella direzione di ampliare sempre di più servizi di prossimità e di digitalizzazione nelle zone montane dell’area metropolitana».

Il nuovo locker rappresenta un ulteriore passo in avanti nel processo di digitalizzazione poiché è gestibile completamente attraverso l’APP Ufficio Postale. Infatti, una volta ricevuta la notifica che avvisa dell’arrivo della spedizione, basta recarsi al “Punto Poste Da Te” e avvicinare il QR Code al lettore ottico del locker. La cella assegnata alla spedizione si aprirà automaticamente.

Sul territorio nazionale sono stati già installati, in questa prima fase di sperimentazione, oltre 30  locker “Punto Poste Da Te” che permettono di svolgere le operazioni in totale autonomia e velocità, facilitando altresì il rispetto delle norme di distanziamento interpersonale. Con i nuovi “Punto Poste Da Te” Poste Italiane conferma la propria presenza sul territorio al servizio dei cittadini, rafforzando la rete “Punto Poste”, dotata di circa 350 Locker tradizionali e 12.000 “Collect Point” (tabaccherie, bar, cartolerie, edicole, negozi KiPoint e supermercati Carrefour) che si affianca agli oltre 12.500 uffici postali in tutta Italia. Numeri che permettono di far fronte ai nuovi bisogni degli italiani e all’incremento delle richieste di consegne che derivano soprattutto dalla spinta degli acquisti e-commerce.

“Punto Poste Da Te” è inoltre coerente con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese. Migliorando la sostenibilità ambientale con la concentrazione delle spedizioni in un unico punto, riduce le emissioni di CO2 e favorisce la raccolta differenziata degli imballaggi.

Ulteriori informazioni sui nuovi Punto Poste Da Te sono disponibili sul sito www.puntopostedate.it.

Articolo precedenteCingolani “Nel prossimo decennio al massimo 10% rifiuti in discarica”
Articolo successivoOggi (27/9) in regione 289 nuovi positivi Covid, 284 i guariti. Calano i ricoveri in terapia intensiva. Tre decessi