Cercava un IPhone e per questo navigando sulla rete si è imbattuto in un annuncio pubblicato su marketplace di Facebook trattante la vendita dello smartphone che cercava a 250 euro. Grazie all’utenza telefonica indicata nell’annuncio si è quindi messo in contatto con l’inserzionista definendo l’acquisto. Come indicato dalla venditrice ha quindi provveduto al pagamento dell’importo richiesto ricaricando l’iban di una carta di credito prepagata per poi attendere quanto acquistato.

Non ricevendo l’IPhone e nell’impossibilità di contattare le venditrice che nel frattempo non gli rispondeva più la vittima, una 21enne abitante a Sant’Ilario d’Enza, compreso di essere stata truffata si è rivolta ai carabinieri del paese. I militari di Sant’Ilario d’Enza hanno iniziato ad indagare e sono risaliti al titolare dell’utenza telefonica utilizzata dalla truffatrice, risultata intestata ad un compiacente 22enne abitante a Napoli, e all’intestatario della carta prepagata dove erano stati versati i soldi, in uso a un 47enne residente in provincia di Siena. I due sono risultati complici della truffatrice e per questo sono stati denunciati per concorso in truffa. Le indagini stanno ora proseguendo per risalire all’autrice materiale del raggiro, che i carabinieri contano di poter identificare presto attraverso la stretta cerchia di frequentazioni e amicizie dei due indagati.

Articolo precedenteDa oggi la sala civica di Albinea sarà sala Adriano Corradini
Articolo successivoPaga prostituta con carta di credito della mamma: denunciato a San Polo d’Enza