La figura e l’opera del reggiano Corrado Corghi (15 ottobre 1920 – 7 ottobre 2017) saranno ripercorse in un convegno di studi che si svolgerà a Reggio Emilia la mattina di sabato prossimo, 20 novembre. L’iniziativa, promossa dal Gruppo Amici del prof. Corrado Corghi, avrebbe dovuto svolgersi lo scorso anno in coincidenza con il centenario della nascita di Corghi, ma la situazione pandemica lo ha fatto differire.

Sede del convegno, con inizio alle ore 9.00, sono i chiostri di San Pietro, con ingresso da via Emilia San Pietro 44/C.

Corrado Corghi, diplomatosi maestro nel 1939, inizia nel 1940 l’esperienza di insegnante come supplente, prima nella scuola elementare di Monchio delle Olle, una frazione di Canossa, sull’Appennino reggiano, poi in quella di Barco di Bibbiano e infine alla scuola De Amicis della città; è stato pure docente di esercitazioni di didattica presso l’Istituto Magistrale “Matilde di Canossa”. Nel 1949 si laurea in Pedagogia all’Università Cattolica di Milano.

Notevole il suo impegno in campo civile ed ecclesiale sia a Reggio Emilia, che a livello nazionale.

Assistente di Pedagogia all’Università Cattolica di Milano, è stato presidente diocesano della Gioventù Italiana di Azione Cattolica; segretario provinciale e consigliere nazionale della Democrazia Cristiana, partito da cui si dimise nel 1968; presidente nazionale del Movimento dei Maestri di Azione Cattolica; socio corrispondente della Sezione di Reggio Emilia della Deputazione di Storia Patria; presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale di Reggio; membro del Comitato tecnico-scientifico presso il Ministero della Sanità; fondatore e presidente del CISO (Centro Italiano di Storia ospedaliera), padre della veneranda Confraternita reggiana dei Santi Girolamo e Vitale.

Intensi sono stati i suoi rapporti con l’America Latina, dove si recò per motivi di studio e di incontri politici e dove svolse incarichi molto delicati per conto del Vaticano, tramite il reggiano cardinale Sergio Pignedoli.

 

Il convegno di studi sarà aperto dai saluti istituzionali e introdotto da Arnaldo Nesti, sociologo delle religioni.

Seguirà la relazione di Enrico Galavotti, docente di storia del cristianesimo nell’Università di Chieti-Pescara, concernente “Il secolo di Corrado Corghi”,

Sono poi in programma gli interventi di Massimo De Giuseppe, professore associato di storia contemporanea all’IULM di Milano, “Corrado Corghi, Giorgio La Pira e l’America latina”; Anna Appari, ricercatrice, “L’impegno di Corrado Corghi nella sanità”; Mons. Giovanni Costi, direttore del Centro Diocesano Studi Storici, “Interviste e commenti dal vivo con il prof. Corrado Corghi”.

Alle relazioni, faranno seguito le testimonianze di Gianfranco Astori, Franco Bonferroni, Pierluigi Castagnetti, Gian Guido Folloni, Gentian Corghi Profka.

Le conclusioni del Convegno saranno proposte da Alessandro Nesti.

Il convegno ha il patrocinio del Comune di Reggio Emilia, della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e della Fondazione Pietro Manodori.

Per informazioni e partecipazione al convegno, tel 3284130942; mail: convegnocorghi@gmail.com – E’ obbligatorio il green pass.

Articolo precedenteAngelo Branduardi al Celebrazioni di Bologna mercoledì 17 novembre
Articolo successivo“La Fabbrica dei Preti” con Giuliana Musso inaugura mercoledì 17 la Stagione 21/22 dell’Auditorium Montalcini di Mirandola