«Mi avevano chiesto di portare parole sulle culle dei prematuri, di accendere di storie il Reparto di Neonatologia dell’Ospedale di Reggio Emilia, città dove vivo e lavoro. Sentivo in modo cristallino di camminare in bilico dove la vita sboccia e traballa. Ho deciso di domandare ad altri bambini, alleati potenti, di aiutarmi a trovare il filo da tessere insieme per convincere i più piccoli ad aprire gli occhi da questa parte»: Monica Morini, cofondatrice del Teatro dell’Orsa, racconta la nascita del libro Qui ci sono le altalene, una delicata «ballata alla vita» che mercoledì 17 novembre alle ore 17.30, in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità, sarà filo conduttore di un evento di narrazione alla Casa delle Storie di Reggio Emilia nell’ambito della rassegna Fiabe senza Corona.

L’appuntamento è dedicato a persone dai 5 ai 105 anni. Posti limitati.

Ingresso unico € 5. Prenotazione obbligatoria con WhatsApp al numero 351 5482101 indicando nome, cognome numero di telefono per ogni spettatore.

La Casa delle Storie si trova in via Beretti 24 a Reggio Emilia. Info sull’autrice: http://www.teatrodellorsa.com/la-compagnia/monica-morini/.

Articolo precedenteLe dosi di coca nel pacchetto delle caramelle: arrestato a Sant’Ilario d’Enza
Articolo successivoSabato 20 novembre a San Possidonio: Filafiaba della compagnia Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia