Home Appennino Bolognese L’Appennino si “veste di rosso” contro la violenza alle donne

L’Appennino si “veste di rosso” contro la violenza alle donne





Nella settimana della giornata internazionale contro la violenza alle donne sono tanti gli appuntamenti previsti negli 11 comuni dell’Unione dell’Appennino bolognese.

Ad aprire le tante iniziative è stato Castel di Casio che ha inaugurato, sabato mattina, la Panchina Rossa che è posizionata sotto la Torre Medioevale. Alla cerimonia oltre alle rappresentanti delle Associazioni Mondo Donna onlus e Chiama chiAma, anche il vicesindaco, Antonio Gaggioli, e l’assessore comunale alla sanità e sociale, Valeria Arbizzani.

In occasione del 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, i Comuni dell’Appennino promuovono una serie di eventi diffusi nell’intero territorio. Li riportiamo qui di seguito:

 

Vergato

Alle ore 8.30 presso la Sala polivalente biblioteca comunale “P Guidotti” di Vergato, si svolgerà un incontro dal titolo “Ferisce più la lingua che la spada”: laboratorio e dibattito, rivolto alle ragazze e ai ragazzi di due classi dell’IIS Fantini di Vergato.

Alle 10.30 presso il comando della Polizia Locale, in via Gramsci, 53, sarà inaugurata la “Stanza d’ascolto”. Interverranno le autorità politiche locali e le forze dell’ordine.

Alle ore 17:00 presso la Sala Polivalente sarà proiettato il film LE SUFFRAGETTE di Sarah Govon Ingresso libero con green pass e mascherina.

 

Marzabotto

A Marzabotto in mattinata presso il municipio il corpo docente e degli alunni dell’Istituto Comprensivo propongono FEMMINUCCE un laboratorio educativo e didattico sugli atteggiamenti prepotenti e il dialogo aggressivo.

Alle ore 17.30 presso la Sala Polivalente, via Aldo Moro, iniziativa a cura del Comune di Marzabotto e FAEDESFA Onlus, con la partecipazione di MondoDonna Onlus e presidio CHIAMA chiAMA: “Tull quadze, la voce di tutte le donne” nella circostanza si potranno acquistare le sfere natalizia a favore dello sportello di Marzabotto. Seguirà l’incontro con: Eleonora Minelli antropologa, Loretta Michelini presidente MondoDonna Onlus e Corine Giangregorio referente Presidio Antiviolenza CHIAMA chiAMA di Marzabotto. Gli interventi saranno accompagnati dalle letture di Valentina Franco, Consulta della Cultura del Comune di Marzabotto. Si parlerà di diritti e modelli culturali con un focus sulla questione afghana.

Alle 19.30 in piazza Fosse Ardeatine, ci sarà la cena Etnica con il Foodtruck “Altreterre” iniziativa a cura di Comune di Marzabotto e FAEDESFA Onlus, con la partecipazione di MondoDonna Onlus e presidio CHIAMA chiAMA

Alle 20.30 Fiaccolata verso il Teatro Comunale per la partecipazione allo spettacolo “L’amore è un’altra storia” della Compagnia Teatrale le BeAttrici con la partecipazione di Silaia Benini. Entrata libera con green pass e mascherina. Anche in questa sede sarà possibile acquistare le sfere di Natale di FAEDESFA in favore dello sportello antiviolenza di Marzabotto

 

Castel di Casio

Alle ore 17:00 presso la Sala Consigliare di Castel di Casio ci sarà la posa simbolica delle Scarpe Rosse. Iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione MondoDonna Onlus e CHIAMA chiAMA

 

Due gli appuntamenti del 27 novembre

 

Monzuno

Alle ore 16.30 presso la Sala Ivo Teglia di Monzuno, Lori Arbati presenta “Testimonianze, le donne raccontano”. E’ gradita prenotazione al 366 7062145. Green pass obbligatorio.

 

San Benedetto Val di Sambro

Alle ore 17.30 presso la Sala Eolo, andrà in scena uno spettacolo teatrale della compagnia “Stasera chi cucina” tratta dall’opera teatrale omonima di Stefania de Ruvo, per la regia di Roberto Serra. L’iniziativa a cura del Comune di San Benedetto Val di Sambro, “Stasera chi cucina”, con la partecipazione di MondoDonna Onlus e presidio CHIAMA chiAMA

 

Articolo precedente998 nuovi positivi Covid, su 26.351 tamponi eseguiti, oggi (21/11) in regione. 7 i decessi
Articolo successivoChiusure notturne della stazione di Castel San Pietro in A14