Sport e cultura al centro delle iniziative campogallianesi per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in programma giovedì 25 novembre. Gli eventi, che interesseranno anche sabato 27, rientrano all’interno della rassegna “Nemmeno con un fiore”, ciclo di spettacoli e dibattiti sulla tematica organizzato dall’Unione delle Terre d’Argine.

A Campogalliano primo appuntamento in programma giovedì 25 alle ore 18.30, presso la sede della Polisportiva in via Mattei 13/a, con l’inaugurazione di una simbolica panchina colorata di rosso e decorata con una frase evocativa scelta dalle donne della “Mutina Pink Dragons”, squadra della Canottieri Mutina nata dal progetto “In the Pink”, finalizzato al sostegno psicofisico alle donne operate di tumore al seno. Dopo il weekend celebrativo la panchina verrà posizionata nell’area dei laghi Curiel, presso la sede nautica della Canottieri in via Albone 31.

“Da anni come Canottieri Mutina riserviamo grande attenzione, attraverso lo sport, a questioni psicosociali legate soprattutto al mondo femminile – commenta la presidente Caterina De Carolis – nello specifico, il progetto “In the Pink”, che porta il sottotitolo “Vincere il cancro a colpi di pagaia”, accoglie donne operate di tumore al seno per aiutarle nella prevenzione di una patologia secondaria e fortemente invalidante chiamata linfedema. Si tratta di un percorso non solo sportivo, patrocinato anche dal Policlinico di Modena, che punta a trasformare un’esperienza dolorosa in una possibilità nuova, di ripartenza”.

Alcune donne del progetto saranno presenti anche all’altro appuntamento della rassegna, ovvero la camminata non competitiva “Nemmeno con un fiore”, in programma sabato 27 novembre, a cura dal settore podistico del Circolo Polisportiva Campogalliano e patrocinato dall’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Campogalliano. Punto di ritrovo per tutti gli appassionati è la sede della Polisportiva in via Mattei 13/a alle ore 14.

“L’attualità ci ricorda che è necessario non smettere mai di parlare della violenza subita dalle donne – dichiara l’assessore alle Pari Opportunità Luisa Zaccarelli – pertanto occorre mettere sempre più l’accento sull’educazione delle donne e degli uomini delle nuove generazioni e simboli come la panchina rossa o la camminata devono essere promemoria per questa azione. Come Comune e Unione siamo presenti tutto l’anno nelle scuole e nelle attività di formazione dei nostri servizi sociali affinché possa rimanere accesa una luce su questo tema”.

Gli appuntamenti di Campogalliano si concluderanno nella serata di sabato alle ore 21 con lo spettacolo teatrale “Nudi. Le ombre della violenza sulle donne”, tratto da un progetto di Elisabetta Musi e portato in scena dalla compagnia del Teatro dell’Orsa, presso la Sala Montagnola in via Giuseppe Garibaldi 47. Al centro della scena, volutamente spoglia, “nuda”, soltanto un uomo e una donna che si raccontano in una storia fatta di rapimenti, ricatti e violenze.

 

 

Articolo precedenteGasparini (Lapam RE): “Galleria Centrale, un progetto positivo per dare nuova vita al Mercato Coperto”
Articolo successivoCarpi, Confcommercio: “Grave il corteo no vax in concomitanza con il mercato straordinario”