Lapam Confartigianato ha donato 20 computer al Comune di Pavullo nell’ambito di ‘Lapam per il sociale’, un’iniziativa che sta coinvolgendo l’intera provincia. “Questi computer completamente rigenerati e in perfette condizioni – sottolinea Romana Pollacci, segretaria Lapam di Pavullo -, fanno parte di una serie di donazioni che stiamo effettuando a livello provinciale a favore di scuole, parrocchie e istituzioni. Siamo un’associazione da sempre molto attenta e vicina alle esigenze delle realtà locali”.

Alla segretaria fa eco il commento del Sindaco di Pavullo, Davide Venturelli: “Tra le priorità della nuova amministrazione non potevamo non includere progetti finalizzati a consolidare il raccordo tra scuola e territorio, che hanno l’obiettivo di contrastare le difficoltà di apprendimento e l’abbandono scolastico, operando sui temi dell’inclusione, della prevenzione del disagio, della cittadinanza attiva e responsabile, del dialogo tra le generazioni, della promozione di stili di vita sani e consapevoli, della valorizzazione degli interessi e delle competenze dei giovani, di azioni che favoriscano la cooperazione e l’imprenditorialità. Ringrazio davvero molto Lapam per questa iniziativa a sostegno delle istituzioni locali”. I computer andranno a completare l’allestimento degli spazi comunali ‘ex Teen Space’, come spiega l’assessore alla Scuola del Comune, Angela Pietrolungo: “In quello spazio, già dallo scorso aprile, sono decollati alcuni progetti a cura del Servizio Scuola, tra i quali il sostegno scolastico per gli alunni delle primarie e delle medie e i corsi avvicinamento al mondo informatico rivolti agli studenti ma anche all’intera cittadinanza. Il periodo di sospensione dell’attività scolastica per covid-19 ha messo in luce almeno due fattori carenti: tutti gli alunni devono avere un minimo di strumenti e competenze informatiche, anche coloro che si trovano in situazioni socio-economiche disagiate e la didattica a distanza non basta, i ragazzi dovrebbero sapersi muovere per cercare informazioni, per rielaborarle, per condividerle e inventare”.

“Il nostro intervento – conclude la segretaria Lapam Pavullo, Romana Pollacci – viene incontro a esigenze concrete e si pone come un aiuto tangibile. Siamo molto soddisfatti di poter sostenere questo progetto così importante per gli studenti del nostro territorio”.

Articolo precedenteModena, al via il percorso per aggiornare il regolamento per acconciatura, estetica e tatuatori
Articolo successivoDraghi “L’Europa non può affrontare da sola la transizione verde”