Ha pubblicato una inserzione sul web per vendere a 179 euro un rasoio elettrico ma anziché ricevere i soldi si è ritrovato il conto vuotato di circa 3.000 euro. E’ stato contattato da un sedicente acquirente che si è detto disponibile ad effettuare immediatamente il pagamento attraverso l’utilizzo della postazione ATM. In contatto telefonico con l’acquirente la vittima, un 37enne residente nel reggiano, ha effettuato una serie di operazioni, ma anziché ritrovarsi accreditati i soldi richiesti si è visto il conto pesantemente alleggerito di circa 3.000 euro. Terminate le operazioni il truffatore si è reso irreperibile, chiudendo la conversazione.

Il malcapitato si è così rivolto ai carabinieri della stazione di Albinea formalizzando la relativa denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri i militari reggiani sono risaliti al presunto truffatore, un 60enne trevigiano con specifici precedenti polizia, a carico del quale è stata inoltrata denuncia alla Procura reggiana.

Articolo precedenteGuardia di Finanza e dogana intercettano ingenti quantità di valuta non dichiarata
Articolo successivo‘I Bislacchi’, omaggio a Fellini al Piccolo Teatro in Piazza di Sant’Ilario