Home Cronaca Incursione no mask al supermercato: Filcamas Cgil Modena condanna l’aggressione e chiede...

Incursione no mask al supermercato: Filcamas Cgil Modena condanna l’aggressione e chiede maggiori tutele per i lavoratori






Il sindacato Filcams-Cgil di Modena ha ricevuto segnalazione in merito ad un grave episodio avvenuto nel pomeriggio di ieri presso un supermercato di Modena in via Allegri 179. Il punto vendita sarebbe stato teatro di iniziative in un primo momento provocatorie, poi sfociate nella violenza verbale ai danni di lavoratrici e lavoratori presenti nel negozio, messe in atto da un individuo qualificatosi come “no mask”.

“L’individuo – spiega la nota di Filcams-Cgil – si è presentato nel punto vendita alle ore 14 circa, entrando senza indossare la mascherina e creando sin da subito disagio ai lavoratori presenti nonché al resto della clientela. Alle prime richieste di indossare la mascherina, questa persona avrebbe confermato l’intenzione di continuare a non indossare il dispositivo di protezione, contornando il tutto con numerose offese personali, anche a sfondo sessuale, nei confronti delle lavoratrici presenti.
Dalle casse, un lavoratore ha raggiunto il provocatore no mask per chiedere nuovamente di indossare la mascherina, ottenendo in risposta insulti ancora più pesanti e di natura omofoba, tanto che il lavoratore, a seguito di questo vile, violento e vergognoso attacco, ha avuto un malore ed è stato accompagnato al pronto soccorso. Chiaramente, l’episodio ha reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine, che appena giunte sul posto hanno identificato l’aggressore”.

La Filcams Cgil di Modena condanna fermamente tali comportamenti inqualificabili che mettono a rischio la salute e sicurezza oltre che ledere la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, gli stessi che, dall’inizio della pandemia pur con le tante difficoltà e preoccupazioni, hanno continuato a prestare la propria opera, senza mai arretrare e garantendo un servizio importante come quello dell’acquisto dei beni di prima necessità.

“Le vittime di tale aggressione – aggiunge la nota del sindacato –  si sono recate presso le forze dell’ordine per sporgere denuncia, ma è chiaro che tali episodi rischiano di moltiplicarsi con l’inasprirsi delle normative adottate dal Governo per fronteggiare i numerosi contagi di cui abbiamo notizia in queste settimane. L’appello della Filcams Cgil di Modena è rivolto alle aziende affinché mettano in campo ulteriori misure di contingentamento e di controlli all’ingresso che possano essere funzionali ad evitare tali episodi, ma anche alle istituzioni e alle forze dell’ordine per mantenere alta l’attenzione e continuare a presidiare in maniera massiccia il territorio”.

 






Articolo precedenteAl via a Reggio Emilia le attività dei 21 nuovi centri pomeridiani per bambini e adolescenti
Articolo successivoCovid, 184.615 nuovi casi e 360 decessi in 24 ore