Sono 1.015.701 i residenti nella città metropolitana di Bologna al 31 dicembre 2021, di cui 491.685 maschi e 524.016 femmine, 93 persone in più rispetto al 2020 (+0,01%).
Mentre a livello nazionale si riscontra un declino demografico avviatosi dal 2015, e accentuato dagli effetti dell’epidemia Covid-19, che mostra una diminuzione dello 0,4%, nel territorio metropolitano la consistenza dei residenti resta sostanzialmente stabile.

Granarolo dell’Emilia è il comune che ha registrato l’aumento percentuale più rilevante dei residenti rispetto all’anno precedente (+1,52%), insieme a San Giorgio di Piano (+1,49%); seguono tre comuni di montagna: Castel d’Aiano (1,4%), Castel del Rio (1,18%) e Alto Reno Terme (1,02%); i comuni con la diminuzione più rilevante sono invece Vergato (-1,38%), Baricella (-1,31%) e Castiglione dei Pepoli (-1,02%).

Si tratta di un’anticipazione di dati provvisori del Bilancio demografico mensile Istat pubblicati il 14 marzo 2022. Come comunicato da Istat: “Il processo di consolidamento si conclude a circa 11 mesi di ritardo data con la validazione dei dati del bilancio annuale e con l’allineamento con i risultati del Censimento permanente della popolazione”. Pertanto i dati definitivi per l’anno 2021 saranno pubblicati da Istat entro il corrente anno.

Qui il link dello studio con i dati completi sulla popolazione oltre che per il complesso della Città metropolitana, anche per Comune e Unioni di Comuni.

I dati sono diffusi dal Servizio Studi e Statistica della Città metropolitana di Bologna, attraverso un progetto interattivo che consente di visualizzare le informazioni aggregate per Unione di comuni e per comuni, di disporre della serie storica dei residenti a partire dal 1973, distinti per sesso. Oltre alle tavole di dati, si può leggere l’andamento dei residenti attraverso grafici.

 

Articolo precedenteI piloti del Ducati Lenovo Team in cerca di riscatto in Indonesia
Articolo successivoA Villanova aprirà un dispensario farmaceutico