Sindaca Paola Guerzoni

Dieci pallet di beni di prima necessità. È questo il risultato delle prime due giornate di donazioni a Campogalliano per il popolo ucraino, svolte sabato 5 e 12 marzo. L’ampia mole di materiale raccolto nei quattro Comuni dell’Unione delle Terre d’Argine (tra vestiti, alimenti a lunga conservazione e prodotti per la prima infanzia) ha reso necessario un coordinamento che prevede la collaborazione con la ONG IBO di Ferrara per il trasporto dei beni in Ucraina.  Partito lunedì 7 il primo convoglio con sette tonnellate di materiale, destinazione Chernivtsi, città del sud-ovest del Paese, a 40 chilometri dal confine con la Romania.

Queste le parole della sindaca Paola Guerzoni: “Unione di forma e di fatto, mi viene da dire. Ancora una volta i cittadini dei quattro comuni hanno dimostrato un grande senso di solidarietà e di generosità concreta. A Campogalliano continueremo ancora con delle giornate di raccolta, esclusivamente riservate a prodotti della prima infanzia e alimenti. Ma ciò che serve adesso è soprattutto un sostegno economico alle popolazioni, e per questo occorre far riferimento al conto corrente attivato dalla Regione Emilia-Romagna”.

Sabato 19 e 26 marzo sono in programma altre due iniziative di raccolta, dalle ore 9 alle ore 12 e dalle 15.30 alle 18.30, presso la sede del Gruppo comunale di volontari di Protezione Civile in via Madonna.

Articolo precedentePer il Santo Patrono di Scandiano, l’Ausl effettua le prestazioni garantite nei giorni festivi
Articolo successivoMostre, a Roma “London Calling: British Contemporary Art Now”