Augusto Farina, consigliere comunale con delega al bilancio

Nessun aumento della pressione fiscale a livello locale, investimenti sulla viabilità comunale, sul mantenimento dell’alto livello dei servizi alla persona, sugli impianti sportivi e sulle attività culturali. Sono questi alcuni dei temi portanti del bilancio di previsione 2022 – 2024 del Comune di Prignano, approvato durante l’ultima seduta del consiglio comunale.

A illustrarlo è Augusto Farina, consigliere comunale di maggioranza con delega al bilancio, che spiega: “La predisposizione del bilancio di previsione per il prossimo triennio ha seguito, da un lato, un’impostazione prudenziale; dall’altro lato, invece, tiene fede alle proposte contenute nel programma di mandato, che come forza di maggioranza continuiamo a portare avanti con particolare riferimento ai temi della famiglia, dell’assistenza sociale, dell’istruzione e della viabilità. Complessivamente, il bilancio 2022 si pareggia nella parte delle entrate e in quella delle spese in 4.375.318 euro per l’esercizio in corso, senza alcun ritocco alla tassazione locale. La previsione delle principali uscite correnti fanno riferimento alla riconferma del bonus bebè (12.000 euro) come segno tangibile dell’impegno della nostra Amministrazione verso il sostegno alla formazione di nuove famiglie, al mantenimento del costante supporto alle attività culturali e didattiche (12.000 euro), all’organizzazione del centro estivo (25.000 euro), al sostegno alle iniziative culturali, ricreative e culturali promosse sul territorio del Comune (8.700 euro) e ad interventi mirati nel campo del turismo (2.000 euro). Intendiamo anche mantenere le convenzioni in essere con le associazioni di volontariato locali che hanno sempre garantito servizi di elevata qualità. Continueremo a gestire a livello distrettuale diversi servizi, tra cui quelli sociali, la protezione civile, i sistemi informativi associati, il Suap e la centrale di committenza, partecipando alle spese con 300.000 euro”.

“Per quanto riguarda gli investimenti – prosegue Farina – abbiamo destinato 268.000 euro alla manutenzione di strade, piazze e aree verdi, cui si aggiungeranno 36.700 euro del Fondo montagna allo scopo di migliorare la percorribilità delle strade comunali. Sono previsti anche ulteriori interventi di riqualificazione e potenziamento degli impianti sportivi per un importo complessivo di 97.870 euro, di cui il 95% finanziato dalla Regione. Il progetto Viveri sicuri in Montagna, con una spesa di 36.585 euro, di cui più del 60% coperti dai contributi regionali, porterà all’installazione di 13 nuove telecamere per la lettura delle targhe, all’installazione di 5 videocamere di contesto e al riposizionamento di alcuni dispositivi già installati. Un altro importante capitolo riguarda la riqualificazione di alcuni cimiteri, attraverso opere di manutenzione straordinaria per 30.000 euro, cui si andranno ad aggiungere contributi statali assegnati dalla legge di Bilancio 2020 per ulteriori 50.000 euro”.

Articolo precedenteUcraina, Gelmini “Stanziati 350 milioni per l’emergenza profughi”
Articolo successivoSarà Unicapi Modena a realizzare la palazzina di Edilizia residenziale sociale (Ers) in via Nonantolana