Crediamo fortemente in questo piano industriale che consentirà di rilanciare il polo fieristico di Bologna, che rappresenta uno degli asset strategici del nostro territorio e tra i più importanti del Paese. Per questo, siamo impegnati in modo rigoroso su questo progetto, che insisterà su un’area, quella del quadrante nord della città, interessata da altre opere strategiche: da Via della Conoscenza al Passante di Nuova Generazione.

Così il Comune di Bologna e BolognaFiere, in merito al piano industriale della società, che prevede anche una espansione degli spazi dell’area fieristica.

Un allargamento che interesserà anche l’area del Parco Nord. Il Comune di Bologna in qualità di socio pubblico, infatti, ha inviato pochi giorni fa una lettera di intenti alla società, nella quale conferma l’orientamento dell’Amministrazione comunale a procedere all’aumento del capitale sociale di BolognaFiere.

Aumento di capitale che avverrà anche mediante conferimento in natura di alcune aree, tra cui proprio Parco Nord, per il quale sarà necessario prima procedere alla finalizzazione di alcuni adempimenti urbanistici. Nel frattempo l’Amministrazione, al fine di consentire a BolognaFiere di gestire l’area e dare corso al piano industriale, procederà con una concessione temporanea.

Attraverso lo strumento della concessione, Parco Nord sarà, quindi, già in questa fase nella disponibilità della società.

Nelle prossime settimane BolognaFiere illustrerà il piano industriale in dettaglio, ma possiamo esprimere sin d’ora grande soddisfazione per il percorso avviato con tutti i soci e che coinvolgerà anche il Consiglio comunale.

Articolo precedenteBologna-Barcellona, un gemello digitale per le due città
Articolo successivoIn A1 chiusura notturna programmata dell’allacciamento A15