Sabato sera, i Carabinieri delle Compagnie dipendenti del Comando Provinciale di Modena hanno eseguito una serie di controlli a esercizi pubblici e luoghi di ritrovo di giovani, nel quadro delle attività mirate a garantire la sicurezza delle persone all’interno dei locali pubblici, per la prevenzione dei reati connessi con l’uso di sostanze stupefacenti e dei devianti dei più giovani.

Nove sono stati i locali monitorati, sia con l’ausilio dei Carabinieri del NAS di Parma e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Modena, sia con il concorso delle Polizie Locali. Molti sono stati i luoghi di aggregazione giovanile controllati nel Capoluogo e nel resto della provincia, occasioni nelle quali l’Arma si avvicina alle realtà giovanili locali anche con finalità di contatto e di diffusione della cultura della legalità.

Circa 150 sono state le persone controllate, tra maggiorenni e minorenni. Nel corso delle attività, un ragazzo è stato segnalato amministrativamente alla Prefettura poiché risultato detentore per uso personale di sostanze stupefacenti e un esercizio pubblico della bassa modenese è stato sanzionato per inosservanza delle norme igienico-sanitarie e sulla mancata attuazione delle disposizioni inerenti il divieto di fumo nei locali pubblici.

Articolo precedenteUna serata su Giorgio Scerbanenco, nato in Ucraina, maestro del noir italiano
Articolo successivoIn due parchi di Modena interventi a tutela del rospo smeraldino