Sono 4.126 le borse di studio assegnate dalla Città metropolitana di Bologna per l’anno scolastico 2021-2022 a studenti e studentesse in condizioni economiche disagiate, frequentanti le scuole secondarie del territorio e degli enti di formazione professionale accreditati per l’obbligo di istruzione che operano nel sistema regionale di Istruzione e formazione professionale (IeFP). L’obiettivo del contributo, che anche quest’anno è finanziato da risorse regionali della legge 26/2001 e fondi ministeriali (ex D.Lgs 62/2017), è di rendere effettivo il diritto allo studio, contrastando l’abbandono e la dispersione scolastica, e premiando il merito.

La Città metropolitana si occupa in particolare di raccogliere le domande e di svolgere l’istruttoria per individuare i beneficiari delle borse di studio. Erogherà inoltre direttamente 2.214 borse di studio per un totale di 453.416 euro finanziati da risorse regionali per i frequentanti il biennio e l’IeFP. L’importo è di 183 euro per la borsa base, maggiorato a 229 euro per la borsa di studio di merito. Le domande non ammissibili sono state 36 per un totale di 2.250 richieste.

Per le modalità di riscossione, documentazione da presentare e altre informazioni si invita a consultare il bando sul portale della Città metropolitana

https://www.cittametropolitana.bo.it/urp/Avvisi_e_concorsi/Avvisi/Archivio_avvisi/Bando_per_la_concessione_delle_Borse_di_Studio_A_S_2021_2022

L’istruttoria per gli studenti del triennio (3, 4 e 5 anno) è sempre svolta dalla Città metropolitana, ma il contributo è finanziato ed erogato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. In questo caso sono 1.912 le domande risultate ammissibili, su un totale di 1.938 richieste. L’importo della borsa di studio ministeriale è di 261,80 euro.

Per gli aggiornamenti in merito si consiglia di consultare la pagina https://iostudio.pubblica.istruzione.it/web/guest

Articolo precedenteOsservatorio InfoJobs sul mercato del lavoro 2021 in Emilia Romagna
Articolo successivoSan Cesario un luogo a misura di giovani, partendo dai loro bisogni e dalle loro aspirazioni