Per festeggiare l’anniversario della liberazione d’Italia, domenica 24 aprile alle 16 si terrà una speciale visita guidata presso il castello di Formigine, che porta i segni della guerra. Infatti, tra il 1944 e il 1945 Formigine fu duramente colpita dai bombardamenti. Anche il castello subì gravi danni poco prima della Liberazione e fu teatro di uno degli eventi più tragici legati ai bombardamenti: la morte di venti persone che avevano cercato scampo nel rifugio antiaereo realizzato nei sotterranei della Torre dell’Orologio. Il racconto delle guide museali ripercorrerà la storia degli ultimi giorni di guerra, che sconvolsero l’aspetto della città di Formigine (prenotazioni: tel. 059 416277).

Le celebrazioni ufficiali, invece, si terranno lunedì 25 aprile, partendo alle ore 9 con la deposizione di una corona presso il monumento ai caduti di Magreta. I discorsi del sindaco Maria Costi e dei rappresentanti delle Associazioni partigiane ANPI e ALPI si terranno alle ore 10.15 in centro storico. Ad accompagnare la cerimonia, la Wind Band del Liceo musicale Carlo Sigonio di Modena.

Il tradizionale pranzo della Resistenza dell’ANPI si terrà presso la Polisportiva Formiginese alle ore 12.45 (prenotazioni: tel. 348 7638888).

 

Articolo precedenteFinale Emilia, aggrediscono un 15enne per derubarlo del portafoglio. Identificati dai Carabinieri
Articolo successivoCovid, Locatelli “Andamento casi migliora, ma virus circola”