Home Appennino Modenese 1° Maggio 2022: “Al Lavoro, per la Pace”. Manifestazioni a Modena e...

1° Maggio 2022: “Al Lavoro, per la Pace”. Manifestazioni a Modena e provincia







“Al Lavoro, per la Pace” è lo slogan della manifestazione nazionale di Cgil Cisl e Uil per la Festa dei lavoratori che quest’anno si terrà ad Assisi, a piazza San Francesco. Al centro dell’iniziativa i temi della pace, del lavoro e della crescita del Paese. Dopo due anni di restrizioni imposte dalla pandemia, ritorna quest’anno la manifestazione in piazza. Previsti sul palco gli interventi dei tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri e la testimonianza di alcuni delegati sindacali. Nel pomeriggio è in programma il tradizionale “Concertone ” che torna quest’anno a Roma nella cornice storica di Piazza San Giovanni in Laterano.

Anche in provincia di Modena, come da tradizione, si tornano a fare manifestazioni in piazza e sono previsti 7 appuntamenti.

 

A Modena città la festa del 1° Maggio si apre alle ore 10 con “Musica per le strade” esibizione della Wind Band del Liceo musicale Sigonio da piazza Roma verso piazza Grande. In piazza Grande alle ore 10.45 inizio della celebrazione con i saluti di Daniele Dieci segretario Cgil Modena e Rosamaria Papaleo segretaria Cisl Emilia Centrale. A seguire il comizio di Luigi Tollari segretario Uil Modena e Reggio Emilia.

Dopo il comizio, intorno alle ore 11.15 spettacolo “Mille e una note. La vera storia di Emilia Romagna” degli autori Brunetto Salvarani, Odoardo Semellini, Carlo Stanzani (che saranno presenti in piazza), per la regia di Carlo Stanzani. Lo spettacolo musicale è liberamente tratto dal libro “Quei gran pezzi dell’Emilia Romagna” di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini. Tre personaggi, Emilia Romagna, Magalasso e Pescegatto, accompagnano il pubblico alla scoperta della storia musicale di alcuni artisti regionali, partendo da Giuseppe Verdi e passando da brani di Francesco Guccini, Zucchero e tanti altri, per finire con i Modena City Ramblers. La chiusura delle celebrazioni è prevista per le 12.30.

Durante tutta la manifestazione distribuzione di garofani e palloncini colorati. La festa del 1° Maggio a Modena gode del patrocinio del Comune e del sostegno degli sponsor Gruppo Pace e Methodo.

 

A Carpi ritrovo alle ore 9.30 presso le sedi sindacali carpigiane (via Fassi), alle ore 10 partenza del corteo per le vie della città accompagnati dalla banda cittadina. Arrivo in piazza Martiri dove è previsto intorno alle ore 10.30 la manifestazione sindacale con il saluto di Massimo Occhi Fim Cisl Emilia Centrale zona di Carpi e il comizio di Giorgio Benincasa coordinatore Cgil zona di Carpi. Presenti in piazza Martiri i Sindaci dell’Unione Terre d’Argine con il gonfalone.

Nel pomeriggio, presso il cortile d’Onore di Palazzo Pio, alle ore 16, concerto di Primavera del Corpo Bandistico Città di Carpi che eseguirà una serie di marce, da quelle classiche a quelle contemporanee, musica da film, unitamente a brani tradizionali.

In serata, al cinema Ariston di San Marino, alle ore 20.30 proiezione unica a ingresso ridotto, del film “Il peggior lavoro della mia vita” (commedia, Francia-Svizzera, 2021) di Thomas Gilou. Il film racconta la storia di Milann Rousseau (Kev Adams) un giovane ragazzo costretto a svolgere 300 ore di servizio comunitario in una casa di riposo per evitare di finire in prigione. Con il passare dei giorni, il ragazzo riesce a integrarsi sempre di più all’interno della comunità, soprattutto con un gruppo di 7 pensionati con cui diventerà inseparabile. Milann però nota qualcosa d’insolito: nessuno mai fa visita agli anziani, ciò significa che la casa di riposo sta rubando loro i soldi. Il ragazzo decide così di aiutare il gruppo di anziani e organizza una fuga…

Tutte le iniziative del 1° Maggio a Carpi godono del patrocinio dell’Unione Terre d’Argine e si avvalgono del contributo di Abitcoop, Cmb, Cooperativa Bilanciai, Gulliver cooperativa sociale.

 

Da Soliera i manifestanti si ritrovano a Carpi alle ore 9.30 presso le sedi sindacali (via Fassi) per unirsi al corteo che porta in piazza Martini a Carpi. Nel pomeriggio alle ore 15, appuntamento consolidato da anni con la festa dei sindacati pensionati Spi/Cgil, Fnp/Cisl, Uilp/Uil e Cupla presso la casa protetta “Sandro Pertini” con orchestra e rinfresco per tutti i partecipanti, ospiti, operatori, familiari e cittadini.

 

A Mirandola il 1° Maggio inizia alle ore 9 con il ritrovo del corteo in piazza della Costituente dove partirà il corteo alle ore 9.30 accompagnato dalle filarmoniche “Andreoli” di Mirandola e “Diazzi” di Concordia sulla Secchia. Durante il percorso saranno deposti fiori nei luoghi simbolo della Resistenza in ricordo dei caduti contro il nazifascismo. Alle 10.30 in piazza Costituente saluto e introduzione di Marco Bottura coordinatore Cgil zona Area Nord, comizio conclusivo di Claudio Mattiello responsabile Cisl Carpi-Mirandola Area Nord.

Saranno presenti con i gonfaloni delegazioni di tutte le amministrazioni locali dell’Area Nord modenese.

 

A Finale Emilia nel pomeriggio, dalle ore 15, presso la scalinata dell’acquedotto di Finale Emilia (via Frassoni) il concerto del 1° Maggio promosso dal Circolo Musicale lato B Aps insieme a Cgil Cisl Uil e Comune. Si esibiranno Diluvio, Lab 69, Lato B, Iride, Drunked Monkeys, Radias, Oh well!! Agromusic, The Smokers, Quelli del Lunedì. Super ospiti della giornata gli amici di Radio Stazione Rulli che trasmetteranno in diretta streaming l’evento. In consolle Dj Yuri e Dj Goli. Sarà in funzione l’angolo bar, il ricavato finanzierà l’attività del Circolo musicale Lato B.

 

A Vignola concentramento di lavoratori e mezzi meccanici alle ore 9.30 nel piazzale di via Ballestri. Alle ore 10 il corteo sfila per le vie cittadine accompagnato dal corpo bandistico di Marano sul Panaro. Alle 10.30 nell’ex mercato ortofrutticolo di Vignola, inizio delle celebrazioni con introduzione di Marco Ganzerli responsabile Cisl Emilia Centrale zona di Vignola. Intervento conclusivo di Antonio Puzzello coordinatore Cgil zona di Vignola. La manifestazione del 1° Maggio gode del patrocinio dell’Unione Terre di Castelli e vedrà la presenza dei sindaci dell’Unione con il gonfalone. Prevista come da tradizione la distribuzione dei garofani rossi durante la manifestazione.

 

A Castelfranco Emilia concentramento del corteo di autorità e cittadini alle ore 9.30 in piazza Aldo Moro. I partecipanti accompagnati dalla banda cittadina sfileranno in corso Martiri, via Circondaria Nord sino a piazza Garibaldi, dove si terrà il comizio alle ore 11 con i saluti di Greco Golinelli della Cgil zona di Castelfranco e l’intervento di Andrea Sirianni segretario confederale Cisl Emilia Centrale. Tradizionale distribuzione di garofani in piazza. Saranno presenti i sindaci e gli assessori del distretto Unione del Sorbara con i gonfaloni.

 

A Sassuolo concentramento alle ore 9.30 in piazza Garibaldi, concerto della banda cittadina alle ore 10. Inizio del comizio alle ore 10.30 con i saluti di Rosario Roselli responsabile zona Sassuolo Cisl Emilia Centrale, alle 10.45 interventi di delegati del distretto sassolese, tra cui i delegati di Pam Panorama che stanno protestando contro la decisione aziendale di licenziare 16 persone. Alle ore 11.15 comizio conclusivo di Cesare Pizzolla coordinatore Cgil zona Sassuolo. Durante la festa in piazza, distribuzione di garofani e coccarde. Sono invitati alla manifestazione i sindaci di Sassuolo, Formigine, Fiorano e Maranello che presenzieranno con i gonfaloni dei Comuni.

Nel pomeriggio pedalata storica “Sassuolo al tempo della crisi” per le vie della città, partenza (ore 16) e rientro (ore 18.30) al circolo Arci “Alete Pagliani” (via Monchio, 1). Le tappe previste sono il parco viale XX Settembre, il Municipio (via Fenuzzi), l’ex Marca Corona (via Cavallotti), l’ex Ballarini (via Nievo), la Marazzi.

Con le narrazioni storiche di Paola Gemelli e Daniel Degli Esposti, il percorso prevede soste narrative che permetteranno di ripercorrere la storia del Novecento soffermandosi in particolare sui momenti di crisi vissuti dal mondo del lavoro sassolese. Si parlerà quindi delle crisi occupazionali e delle battaglie sindacali per contrastarle in circostanze particolari, quali quelle belliche, i periodi di crisi energetica, le necessità di riconversione produttiva, le scelte dell’automazione e della delocalizzazione. Al termine del percorso, momento di discussione con i partecipanti ai quali verranno offerte bevande di ristoro.

 

A Pavullo ritrovo di autorità e cittadini alle ore 9.30 in piazza Montecuccoli, dove sarà deposto un mazzo di fiori da parte dell’Amministrazione comunale alla lapide dei caduti sul lavoro nelle miniere di Marcinelle (Belgio), tra cui due pavullesi. Alle ore 9.45 il saluto di Marinella Ricci coordinatrice Cgil della zona di Pavullo e alle 10 il comizio conclusivo di Alessandro Bonfatti responsabile zona di Pavullo Cisl Emilia Centrale. Durante la manifestazione è presente la banda municipale. Presenti in piazza con i gonfaloni gli amministratori del Frignano.    

 






Articolo precedenteChiusure notturne programmate sulla A1 e sulla A14
Articolo successivoRifiuti e riuso tra laboratori, spettacoli e show cooking: a Maranello e a Fiorano una serie di iniziative green