Home Bologna Dal legno al cartone: i materiali di un’abitazione eco friendly

Dal legno al cartone: i materiali di un’abitazione eco friendly






La sostenibilità ambientale è un tema sempre più caro agli italiani e, negli ultimi anni, l’attenzione verso scelte ecologiche è sensibilmente aumentata. Lo conferma un recente studio realizzato da YouGov, secondo il quale il 63% degli italiani dichiara di adottare comportamenti rispettosi dell’ambiente. Il 43% del campione crede che utilizzare prodotti riciclati possa aiutare il pianeta e il 12% considera come opzione da prediligere quella dell’acquisto di materiali realizzati con processi produttivi sostenibili. Questo orientamento ecologico si riflette anche nel settore dell’arredamento che è sempre più indirizzato alla sostenibilità, con scelte e stili che rispettano la natura. Si punta, infatti, alla creazione di collezioni di mobili e complementi d’arredo realizzati con materiali riutilizzabili all’infinito o completamente naturali, che annullano così l’impatto sulla Terra. Per realizzare un’abitazione eco-friendly, i materiali disponibili sono numerosi e ognuno di essi è in grado di garantire una durata nel tempo, una caratterizzazione stilistica e un forte impatto estetico. Tra le diverse tipologie di arredo ecosostenibile troviamo il Low Impact Living, basato sulla scelta di materiali e oggetti per la casa realizzati nel rispetto più totale della natura.

 

I materiali per una casa green

La natura mette a disposizione una vasta gamma di materiali che non richiedono interventi dannosi per l’ecosistema. Per avere un’abitazione eco-friendly, è fondamentale sceglierne alcuni per poter creare ambienti originali e al contempo ecosostenibili.

  • legno: è uno dei materiali più utilizzati nell’arredamento. Si può adoperare in ogni ambiente della casa e crea uno stile caldo, elegante, raffinato. Ha il grande vantaggio di ridurre la dispersione del calore e ha una durata notevole;
  • sughero: si ricava sempre dalle piante e viene raccolto ogni 4 anni incidendo il tronco dell’albero da sughero. È un materiale 100% riciclabile ed è impermeabile ai gas e ai liquidi;
  • cartone: è uno dei materiali più ecosostenibili e versatili. Con il cartone si possono realizzare arredi leggeri e resistenti, in grado di sopportare anche dei carichi importanti. Si può riciclare senza problemi e viene spesso combinato con il vetro e il legno per dar vita a composizioni davvero uniche;
  • bioplastica: la bioplastica viene realizzata trasformando materiale organico, come cereali, barbabietole e canne da zucchero. Con questo materiale si possono realizzare mobili e complementi d’arredo ma il suo utilizzo è ancora molto limitato perché ha dei costi elevati;
  • pet: acronimo di polietilentereftalato, è un materiale sintetico che si realizza con petrolio e metano. Può essere riutilizzato più volte per realizzare prodotti sempre nuovi ed è molto resistente. Riciclabile al 100%;
  • canapa: un materiale straordinario che unisce alle capacità tecniche alcune caratteristiche fondamentali per il rispetto della natura. Viene utilizzato per i pannelli isolanti, vista la sua alta conduzione termica, ma è impiegato anche per rivestimenti e tappeti. Coltivare la canapa favorisce la rigenerazione del suolo e la pianta è in grado di immagazzinare grandi quantità di CO2.

I materiali elencati rappresentano una possibile scelta per l’arredamento d’interni. Sul mercato infatti l’offerta è molto ampia ed è pensata per ogni tipo di esigenza. Per scegliere il materiale giusto è importante affidarsi ad un team di esperti in grado di consigliare quello più adatto alla tua casa e alle tue esigenze personali. Nel negozio Bassetti Bologna è possibile scoprire diverse soluzioni d’arredo che si basano sulle ultime tendenze dell’interior design ecosostenibile e che possono essere calibrate in base alle necessità di ciascun cliente. Il primo passo per poter compiere scelte consapevoli.






Articolo precedenteVerso l’approvazione del Piano regionale di gestione rifiuti e bonifica delle aree inquinate 2022-2027, l’assessore Priolo in Commissione e in Giunta
Articolo successivoGli inquilini del condominio riqualificato di via Freddi a Reggio hanno incontrato il sindaco Vecchi e l’assessore De Franco