Da lunedì 13 giugno sarà possibile chiedere un contributo regionale, per le famiglie che hanno difficoltà con l’affitto domestico causa perdita del lavoro o riduzione del reddito: lo prevede (da quella data e fino al 31 dicembre), il nuovo bando destinato a casi di cosiddetta “morosità incolpevole”, cioè la sopravvenuta impossibilità di pagare il canone locativo dell’abitazione, per cause indipendenti dalla volontà dell’interessato, comprese conseguenze da pandemia Covid-19.

Il requisito economico per fare domanda è che il nucleo familiare abbia un reddito I.S.E. non superiore a 35.000€ o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con valore I.S.E.E. non superiore a 26.000€; bisogna essere cittadini italiani o UE, o con permesso di soggiorno se non UE, titolari di un contratto di locazione registrato, e destinatari di sfratto per morosità da un alloggio dove si risiede da almeno un anno (esclusi immobili A1, A8 e A9); novità del 2022, può fare domanda anche chi, pur non avendo uno sfratto esecutivo, autocertifica un calo di reddito Irpef, causa Covid, superiore al 25€ rispetto ai due anni precedenti.

La domanda va presentata ai Servizi sociali nel Comune di residenza, con il modulo apposito, presso l’Ufficio Territoriale dell’Unione, che riceve solo su appuntamento:

  • CARPI: via San Rocco 5; tel. 0598635288; e-mail ufficio.casa@terredargine.it
  • CAMPOGALLIANO: p. Pace, 2; 059899453; servizisocialicampogalliano@terredargine.it
  • NOVI: via De Amicis, 1; tel. 0598635288; e-mail servizisocialinovi@terredargine.it
  • SOLIERA: v.le XXV Aprile, 30; tel. 059568578/1; e-mail servizisocialisoliera@terredargine.it

Informazioni sul sito istituzionale a partire dal 13 giugno.

Articolo precedenteMirandola, decennale sisma: nuovo appuntamento con “cantieri aperti”
Articolo successivoSanità: Massimo Fabi designato nuovo commissario straordinario dell’Azienda Usl di Parma