Passante di Bologna: Autostrade per l’Italia apre un info point per assistere i cittadiniDiventa operativo a partire da lunedì 13 giugno lo sportello informativo di Autostrade per l’Italia destinato all’assistenza dei cittadini coinvolti nella procedura di esproprio per la realizzazione del “Passante di Bologna”. L’ufficio, collocato nella sede del Comune di Bologna in piazza Liber Paradisus, sarà operativo fino al 5 luglio – dal lunedì al venerdì – e riceverà su appuntamento le persone che vorranno avvalersi del supporto dei tecnici di Aspi per avere informazioni e chiarimenti, oltre che per essere assistiti nel prosieguo dell’iter espropriativo.

Il servizio, in particolare, è pensato per due categorie specifiche: i cittadini che hanno ricevuto notizia dell’avvio della procedura nella seconda metà del mese di maggio, quindi solo in seguito alle modifiche al progetto del Passante, concordate con le istituzioni del territorio in Conferenza dei Servizi, e i cittadini che hanno già presentato osservazioni nel corso del 2021, essendo la loro proprietà coinvolta nell’iter espropriativo fin dalla definizione del progetto originario.

I cittadini interessati, circa 900 in totale, nei prossimi giorni riceveranno una comunicazione dedicata in cui Autostrade per l’Italia dettaglia l’operatività dello sportello e indica le modalità per concordare un appuntamento con i tecnici. Nelle lettere inviate nella giornata odierna, la società, con spirito di massima attenzione alle necessità dei cittadini e nella convinzione di poter offrire un servizio utile, ribadisce la disponibilità ad approfondire i dettagli tecnici e offre ai proprietari che hanno ricevuto nelle ultime settimane l’avviso di esproprio anche assistenza nell’eventuale presentazione di osservazioni, in linea con le tempistiche definite dalla legge regionale di riferimento.

Il Passante, una delle principali opere previste nel Piano industriale di Autostrade per l’Italia, è un’infrastruttura centrale per il potenziamento e il miglioramento della fluidità del nodo tangenziale e autostradale di Bologna. Anche grazie al proficuo contributo delle Istituzioni del territorio e alla supervisione del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, si caratterizza per una forte impronta green, nella massima attenzione alla riqualifica dei tratti urbani su cui insiste, tanto da essere stata riconosciuta come la prima opera autostradale in Europa a meritare il massimo livello di certificazione Envision per innovazione e sostenibilità.

 

Articolo precedenteSanità: Massimo Fabi designato nuovo commissario straordinario dell’Azienda Usl di Parma
Articolo successivoInterventi e implementazioni nel sistema dei parcheggi in vista del concerto “Una. Nessuna. Centomila” dell’11 giugno alla RCF Arena di Reggio