Prevenire il decadimento cognitivo allenando la mente. Mercoledì 15 giugno inizierà nel Comune di Pavullo il percorso ‘Palestre della Memoria’, spazi di incontro in cui un gruppo di volontari, formati e supervisionati dal Centro Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) del Distretto Sanitario di Pavullo, organizzerà attività di stimolazione cognitiva e socializzazione rivolta a persone tra i 75 e gli 85 anni.

Gli incontri si svolgeranno tutti i mercoledì mattina dalle 9.30 alle 11.30 presso la Sala del Centro Servizi Volontariato in via G. Matteotti 5 a Pavullo.

La realizzazione del progetto, ispirata alle esperienze promosse in altri Distretti del territorio, è stata possibile grazie alla collaborazione tra il CDCD, i Medici di Medicina Generale, il Comune e l’associazionismo, in particolare l’associazione ‘Volontari Ospedalieri – AVO di Pavullo’.

La partecipazione è gratuita ed è possibile iscriversi telefonando al numero 0536-29331 oppure scrivendo una mail all’indirizzo s.moscardini@ausl.mo.it

“La prevenzione rappresenta un obiettivo prioritario – spiega la Responsabile del CDCD, Simona Moscardini –. Allenare la memoria, stimolando l’attenzione, il linguaggio e i sensi è fondamentale per contrastare il declino cognitivo degli anziani e favorirne la socialità”,

“Le palestre costituiscono uno stimolo e un esercizio attivo sia per i partecipanti che per i volontari tutor – aggiunge Carlo Serantoni, Direttore del Distretto sanitario di Pavullo -. È un concreto esempio di ‘comunità amica’ dove l’istituzione sanitaria, le associazioni, i pazienti stessi e i loro caregiver agiscono in sinergia per prendersi cura di un disturbo che coinvolge persone, relazioni, attività e, in definitiva, la qualità della vita stessa dei singoli e della collettività”.

Articolo precedenteModena, tenta di rubare l’impianto di scarico di un furgone: sorpreso ed arrestato dalla Polizia di Stato
Articolo successivoCentrodestra, Salvini “La Lega collante, l’unione è la strada vincente”