Home Regione Sicurezza stradale. Spettacoli, spot televisivi e radiofonici: al via ‘Guida consapevole’ e...

Sicurezza stradale. Spettacoli, spot televisivi e radiofonici: al via ‘Guida consapevole’ e ‘#Guida e basta’

Sono le due campagne regionali di informazione e sensibilizzazione per la guida sicura







Guida distratta, mancato rispetto della precedenza o del semaforo e velocità troppo elevata sono le prime tre cause di incidenti stradali. Per questo serve l’impegno di tutti per garantire vacanze sicure sulle strade.

Partono ‘Guida sicura e consapevole’ e ‘#Guida e basta, no alla distrazione al volante!”, le due campagne di informazione e sensibilizzazione della Regione Emilia-Romagna per prevenire e ridurre gli incidenti stradali, in linea anche con le indicazioni della Comunità Europea che ha l’obiettivo di dimezzare il numero delle vittime e dei feriti gravi entro il 2030 (rispetto al 2020).

Per #Guida e basta edizione 2022 sarà Ron il testimonial d’eccezione che proprio quest’anno celebra i 50 anni di carriera. Sul palco si alterneranno poi altri grandi protagonisti della musica italiana: Irene Grandi, Dolcenera, Sandy Marton, Paolo Belli, l’Orchestra Casadei, insieme a comici e altri artisti in tre serate, realizzate in partnership con Anas, tra luglio e settembre.

Saranno invece due i video e gli spot radio realizzati da Lepida Tv che veicoleranno sulle principali emittenti televisive e radiofoniche i contenuti di Guida sicura e consapevole: uno dedicato all’uso del monopattino, l’altro alla distrazione sulle strade.

Le due campagne sono state presentate questa mattina in viale Aldo Moro a Bologna dall’assessore regionale alla Mobilità, Andrea Corsini e dal presidente dell’Osservatorio per la sicurezza stradale dell’Emilia-Romagna, Mauro Sorbi.

“I comportamenti quando si è alla guida devono cambiare grazie a un processo razionale e consapevole- afferma l’assessore regionale alla Mobilità, Andrea Corsini-.  Con queste campagne intendiamo appunto far leva sulla persuasione e sul convincimento dei guidatori per diminuire gli incidenti stradali causati da una guida a volte troppo disinvolta, anche sul monopattino, e dalla distrazione mentre si conduce il mezzo, spesso dovuta all’uso continuo degli smartphone”.

È importante quindi portare l’attenzione degli utenti della strada sulla responsabilità e sulla necessità di concentrazione- aggiunge l’assessore- in linea anche con le indicazioni della Comunità Europea. A questo proposito le tre serate di musica, comicità e riflessione possono essere un potente alleato per veicolare più facilmente il messaggio in particolare per le nuove generazioni e tenere alta l’attenzione sul problema”.

“La sicurezza sulle strade ci sta a cuore- chiude Corsini-, e ci vede impegnati da anni in prima linea in campagne di comunicazione pluriennali anche grazie al lavoro dell’Osservatorio per la sicurezza stradale e al programma di educazione stradale nelle scuole”.

“La ripresa totale dell’attività sociale e lavorativa post-pandemica- commenta il presidente dell’Osservatorio per la sicurezza stradale, Mauro Sorbi- sta producendo un significativo aumento della mobilità con una contestuale crescita dell’incidentalità. La causa o concausa principale è sempre la distrazione che coinvolge tutte le tipologie di utenti della strada”.

“Non esiste un vaccino contro la distrazione- chiude Sorbi-, ma un’opera costante di autocontrollo da parte di tutti. Basta alla civiltà dell’egocentrismo anche sulla strada”.

 

Le cause di incidentalità

Nell’ambito dei comportamenti errati alla guida, la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza o del semaforo e la velocità troppo elevata sono le prime tre cause di incidentalità.

L’intenso impegno ad oggi profuso nel settore ha consentito di raggiungere notevoli obiettivi in tema di incidentalità, ma si registrano ancora ampie aree di criticità imputabili, come prima causa, alla distrazione. L’agenzia governativa statunitense del dipartimento dei Trasporti, National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), ha calcolato che la percentuale di tempo in cui i conducenti sono impegnati in compiti secondari è pari al 23,5% e la distrazione è alla base dei 17% degli incidenti.

 

Le campagne

“Guida sicura e consapevole” prenderà il via il 30 giugno con la diffusione di due nuovi video, di 30’’ ciascuno, realizzati da Lepida Tv. Protagonista è Mauro Sorbi, presidente dell’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale, che ricopre più ruoli all’interno degli spot (voce narrante, guidatore imprudente, veste istituzionale). I due spot sono disponibili ai link: https://regioneer.it/yl176x5v e https://regioneer.it/je262j5t

“#Guida e Basta: no alla distrazione al volante!” punta invece sulla musica, quale linguaggio universale, ma anche su comicità e riflessione, per portare l’attenzione dei giovani sulla necessità di rimanere concentrati alla guida per non causare danni a se stessi e agli altri. La campagna, che prenderà il via il 24 luglio, propone tre serate, a ingresso libero, a Cattolica (24 luglio), Rimini (7 agosto) e Imola (1^ settembre).

Ron, protagonista indiscusso della canzone italiana, accompagnato da un trio di grandi musicisti, sarà l’ospite d’onore e testimonial della prima serata. Il cantautore è impegnato nel live tour “Non abbiam bisogno di parole”, in cui celebra i 50 anni di attività.

Sul palco tra gli altri, nel corso delle tre serate, anche Irene Grandi, Dolcenera, Sandy Marton, Paolo Belli e la sua big band, l’Orchestra Casadei, alcuni protagonisti di Zelig e finalisti dei contest Anas e ‘Tu si que vales’. A condurre le serate, a partire dalle 9,30, ci saranno Marco Senise, di Canale 5 e Sofia Bruscoli, di Rai2.






Articolo precedenteUE, Gentiloni “Ci sono condizioni per evitare recessione”
Articolo successivoCura della città e ambiente, nuovi cestini per i rifiuti nel centro storico di Reggio Emilia