Home In evidenza Modena Al 46° meeting Città di Modena vince il Team Nuoto Modena

Al 46° meeting Città di Modena vince il Team Nuoto Modena







Torna alle Dogali il meeting città di Modena e dopo i due anni di stop, il Team Nuoto Modena torna al successo e si aggiudica la 46.ma edizione del trofeo cittadino che si è disputato nel weekend precedendo gli ospiti del CS GdF Modena e gli Amici del Nuoto Vvff Modena.

Una manifestazione che sotto l’inerzia di coach Matteo Poli, si è sviluppata dopo aver ricevuto con sicurezza della disponibilità dell’impianto natatorio e in soli venti giorni ha raccolto le adesioni di una ventina di squadre e riscuotendo a fine evento ottimi feedback.

L’appeal del meeting in notturna ha registrato il rientro dalla Florida, ove frequenta l’università, di Tania Quaglieri che non ha voluto mancare. La nonantolana si è aggiudicata la miglior prestazione femminile nei 50 dorso vinti in 30”05 come i 50 farfalla e 100 dorso, mentre al maschile è stato Filippo Manni, altro atleta di casa, ad esprimere la miglior prestazione e aggiudicarsi il premio con il tempo di 24”96 realizzato nei 50 farfalla.

A completare le premiazioni Valeria Fontana si è aggiudicata il premio intitolato alla memoria di Manuel Efrain Perez riservato alla miglior prestazione della categoria Ragazzi.

Trascinatori del T.N.M.  dei tecnici Davide Montepoli e Marco Rinaldini, la capitana Martina Mecugni vincitrice del tris a stile libero con in evidenza i 100 in cui con 58”19 ha fatto meglio della trentina Sara Gusperti e Quaglieri, con al maschile Mattia Cantelmo protagonista con la doppietta nei 50 rana e 100 farfalla.

A spezzare entrambe le sessioni di gare individuali, le staffette. Hanno primeggiato nella 4×50 mista femminile il Circolo sportivo GdF e il TNM nella sfida maschile.

La 4×50 stile libero ha registrato il successo del Team Trento femminile e un clamoroso ex-equo maschile degli Amici del nuoto con TNM.

Non ci sono state differenze tra gli atleti e atleti disabili che hanno gareggiato, come oramai consuetudine, tutti assieme. Si è quindi avuto modo di abbracciare Giulia Ghiretti, di ritorno dai mondiali di Funchal, isola di Madeira, dove ha centrato dopo l’argento dello scorso anno a Tokyo, il titolo iridato dei 100 rana SB4.

 

 






Articolo precedenteFrana si abbatte su auto a Zola Predosa, sfiorata un’abitazione
Articolo successivoG7, Biden “600 miliardi di dollari per infrastrutture nel mondo”