Prosegue la sedicesima edizione della rassegna estiva “La conquista della felicità” promossa da gli amici di Luca alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris (ospedale Bellaria Azienda Usl di Bologna) con i patrocini dei Comuni di Bologna e San Lazzaro di Savena. Martedì 28 giugno, alle 21:30 “Quando i portici erano di legno” di Fausto Carpani. Immagini Matitaccia. Canta Fausto Carpani, legge Legg’io, partecipa Matitaccia.

Si tratta di una lettura/spettacolo con Fausto Carpani che con la sua chitarra ci proporrà una carrellata fra episodi più o meno noti della storia della Bologna medievale.
Sarà accompagnato dai disegni di Matitaccia (che interverrà in presenza e con le letture di raccordo fatte dai lettori di Legg’io.

Fausto Carpani (foto) è un cantautore popolare bolognese, che nelle sue canzoni ama utilizzare il dialetto felsineo. Quando i portici erano di legno: casi, personaggi e luoghi del medioevo bolognese è un’eccezione, è un album  prevalentemente cantato in italiano, con qualche eccezione in bolognese puro.
Il titolo dell’album è piuttosto eloquente circa i contenuti: ogni brano narra un particolare evento legato alla città di Bologna nel Medioevo; sia la musica, che richiama quel periodo storico, sia l’utilizzo di un linguaggio epico-arcaico evocano toni da menestrello, di cantore di epoche passate. I vari avvenimenti sono trattati ora con tono ironico, gioviale e bonario, ora con aria più solenne e sacrale, così come si confà ad ogni specifico fatto che Carpani ci presenta.

 

Articolo precedenteTommasi nuovo sindaco di Verona, al centrosinistra anche Parma, Piacenza e Catanzaro. Lucca e Frosinone al centrodestra
Articolo successivoUltima serata sotto le stelle alla Polivalente di Gattatico