Porterà in città oltre 200 atleti da tutta Italia, ma anche dall’estero, la terza edizione del “Grand prix Modena badminton”, il torneo nazionale di questa disciplina in programma sabato 2 e domenica 3 luglio al PalaPanini. L’appuntamento, che ha pure l’obiettivo di sollecitare una maggiore consapevolezza verso la sostenibilità ambientale, è organizzato dalla società sportiva Asd Modena badminton e rientra nel calendario nazionale della Federazione italiana badminton, che ha concesso il patrocinio assieme al Comune e all’Uisp. La manifestazione, valevole come settimo “Trofeo Città di Modena”, è supportata inoltre da Erp Italia. L’ingresso al palazzetto comunale di viale dello Sport è libero, nel rispetto delle misure anti-Coronavirus (informazioni online sul sito www.modena-badminton.it).

Per due giorni, dalle ore 9 di sabato e dalle 8.30 di domenica, e fino al tardo pomeriggio, sui 12 campi allestiti al PalaPanini i giocatori, normodotati e con disabilità, si sfideranno quindi nel singolo, maschile e femminile, doppio e doppio misto divisi in diverse categorie: Under 13, Under 15, Under 17, Junior (Under 19), Senior (Open category), Master (Over 35 e Over 55) e Para-badminton. Il tabellone dei match si sviluppa con gironi di qualificazione e scontri a eliminazione diretta.

“A distanza di alcuni mesi ospitiamo un’altra iniziativa importante legata al badminton – sottolinea l’assessora allo Sport Grazia Baracchi, che nel fine settimana andrà a portare agli atleti il saluto dell’Amministrazione comunale –. Modena conferma, quindi, la capacità di attrarre manifestazioni di respiro nazionale, anche accogliendo discipline meno conosciute ma che meritano palcoscenici di rilievo come quello rappresentato, appunto, dal PalaPanini, e che l’Amministrazione comunale sostiene pure per incentivarne la diffusione sul territorio. L’obiettivo, infatti, è favorire una sempre maggiore presenza di discipline, anche per intercettare gli interessi dei ragazzi e cittadini che possono aver abbandonato la pratica di altri sport”.

L’inaugurazione ufficiale dell’evento è prevista per le 11 di sabato 2 luglio e, nelle intenzioni degli organizzatori, la possibilità di accedere liberamente a tutte le gare del torneo, come già avvenuto in occasione del “Gran prix” di giugno 2021 e nel concentramento dei campionati italiani a squadra di serie B dello scorso marzo, potrà contribuire a diffondere sul territorio la conoscenza di questa disciplina adatta a tutti e a tutte le età. Nonostante sia ancora poco noto e poco diffuso in Italia, infatti, il badminton è uno sport antico e tra i più praticati al mondo; guardarlo è affascinante e divertente, ricco di scambi al volo rapidissimi, cambi di fronte e recuperi movimentati che ne fanno il più veloce tra gli sport di racchetta.

Riconosciuto come disciplina olimpica nel 1992, il badminton è arrivato a Modena nel 2014 grazie a un gruppo di appassionati. Nel 2016 è nata l’associazione sportiva dilettantistica Modena badminton, affiliata alla Federazione italiana badminton (Fiba), con una programmazione di allenamento annuale per tutta la stagione sportiva a tutti i livelli. Partecipa ai campionati italiani a squadra di serie B e collabora con i vari enti presenti sul territorio a numerose iniziative, proponendo attività anche nelle scuole e nei campi estivi per ragazzi e adulti; inoltre, per i propri tesserati promuove momenti di formazione e specializzazione e trasferte in Italia e all’estero in occasione di tornei e stage. Tutti i lunedì e mercoledì dalle 18 alle 21 e i venerdì dalle 18 alle 20 alla polisportiva Gino Nasi vengono organizzate prove dimostrative gratuite per chi fosse interessato a sperimentare questa disciplina.

Approfondimenti anche via mail (info@modena-badminton.it), al telefono (349 5480549) e sulla pagina facebook della società sportiva www.facebook.com/modenabadminton.

 

PREMI PER CHI CONFERISCE I RIFIUTI ELETTRONICI

Ha un’anima “green” il torneo “Grand prix Modena badminton” in programma sabato 2 e domenica 3 luglio al PalaPanini di viale dello Sport. La manifestazione, infatti, oltre a proporre gare di livello nazionale di questa disciplina, ha l’obiettivo di richiamare verso i corretti comportamenti sociali e ambientali finalizzati allo sviluppo sostenibile.

In particolare, gli organizzatori di Modena badminton, in collaborazione con Erp Italia, tra i principali sistemi collettivi senza scopo di lucro che si fanno carico sull’intero territorio nazionale della gestione a norma dei Raee e dei rifiuti di pile e accumulatori, organizzeranno diverse iniziative volte a sensibilizzare i giocatori e i simpatizzanti del mondo del badminton “sull’importanza e sulla necessità – spiegano – di aumentare il recupero e il riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) per raggiungere il completo sviluppo di un’economia circolare e sostenibile a livello internazionale”. Tra le varie proposte spicca una lotteria a cui tutti potranno partecipare attraverso il conferimento, nella giornata di sabato 2 luglio, di piccoli rifiuti Raee (come telefoni, cavi, piccoli elettrodomestici, tastiere del computer, caricabatterie) direttamente al PalaPanini, nello stand di Erp Italia allestito nell’impianto comunale. In base al numero dei rifiuti correttamente consegnati verranno consegnati i biglietti per partecipare all’estrazione dei premi.

Durante il “Grand prix” si svolgerà anche una tavola rotonda, in programma alle 11 di sabato 2, dedicata proprio ai temi dello sviluppo sostenibile. In questo approfondimento interverranno l’assessora comunale allo Sport Grazia Baracchi, il presidente di Erp italia Umberto Raiteri, il segretario generale della Federazione italiana badminton Giovanni Esposito, la delegata regionale federale Anizette Cabiles e il presidente di Modena badminton Marco Tarabusi, oltre ad alcuni rappresentanti di Hera e Uisp.

Articolo precedenteCarpi, dal 4 luglio all’Urp nuovo orario e accesso libero per alcuni servizi
Articolo successivoEmergenza Siccità distretto del Po: portate ancora molto basse, prelievo non ridotto, cuneo salino a quota record