Villa Emma (foto G.L. Casalgrandi)

La scomparsa di Aldo Zappalà, autore del film-documentario “I ragazzi di Villa Emma – Giovani ebrei in fuga”, il ricordo a Nonantola della Fondazione Villa Emma.

Aldo Zappalà, autore di fortunati programmi televisivi e di tanti documentari storici che hanno lasciato un segno nella memoria di tutti e nella programmazione Rai, ci ha lasciati.

Tra il 2006 e il 2008 ha frequentato a lungo la comunità di Nonantola, visitandone i luoghi e indagando storia e testimonianze legate alla vicenda dei ragazzi ebrei accolti e salvati in paese. Il risultato di questo lavoro si è depositato in un bellissimo film-documentario, I ragazzi di Villa Emma – Giovani ebrei in fuga, uscito nel 2008, e che da allora non ha smesso di frequentare sale pubbliche e scuole, specie a ridosso del Giorno della Memoria.

Fu quella l’occasione per stringere un legame d’affetto e di collaborazione con la Fondazione Villa Emma, che in futuro avrebbe potuto conoscere una significativa continuazione (spesso ne abbiamo parlato) attorno al progetto di allestimento da destinare al sito memoriale “Davanti a Villa Emma”.

Anche questo rammarico, insieme al ricordo di un caro amico e di un grande regista, accompagnerà i momenti in cui ricorderemo Aldo, al quale, sin d’ora, rivolgiamo un auspicio: il tuo nome e il tuo lavoro non mancheranno di far capolino nella narrazione della vicenda che tanto ti appassionò e della quale ci hai offerto una rappresentazione indimenticabile.

 

 

 

 

Articolo precedenteFlorim festeggia 10 anni del progetto “Centri Estivi”
Articolo successivoFanano, il 9 e 10 luglio prima edizione del “Gaia Festival”