Nel primo semestre di quest’anno a Modena si sono celebrati 226 matrimoni. Dopo il calo registrato tra il 2020 e il 2021 a causa della pandemia, si è tornati quasi sui valori degli anni precedenti, con una tendenza all’aumento (una sorta di recupero rispetto alla sospensione durante l’emergenza sanitaria) e un piccolo boom registrato in giugno quando i matrimoni sono stati 94, quasi un record per l’ultimo decennio. E la tendenza, a giudicare dai numeri delle pubblicazioni all’Anagrafe comunale, sembra confermata anche per luglio.

Dai dati dell’ufficio Statistica comunale, dei 226 matrimoni celebrati nel primo semestre 49 sono religiosi e 177 civili. Lo scorso anno nei primi sei mesi ci si era fermati a 177 matrimoni (456 in tutto il 2021), nel 2020, con il lockdown, addirittura a 116 (322 in tutto l’anno). Mentre nel 2019 i matrimoni complessivi erano stati 530 (275 nel primo semestre) e l’anno prima 477 (238 entro giugno).

In giugno non si sono mai raggiunti i 94 matrimoni come quest’anno (28 religiosi e 66 civili) e il numero rappresenta uno dei più alti nell’ultimo decennio anche rispetto agli altri mesi dell’anno: solo nel settembre del 2012 si è arrivati a 97, mentre si sono raggiunti i 93 matrimoni solo in due altri casi, sempre a settembre, nel 2015 e nel 2017.

Nel frattempo, le pubblicazioni del Comune di Modena per il mese di luglio di quest’anno sono state 113 (60 per riti civili e 53 per cerimonie religiose), ma non tutti i matrimoni vengono celebrati in città, mentre possono esserci matrimoni in cui le pubblicazioni sono state fatte nei Comuni di residenza.

Nel luglio dell’anno scorso a Modena si sono celebrati 66 matrimoni, più del doppio di quelli del 2020 (31), mentre nel 2019 erano stati 50.

Articolo precedenteMario Venuti apre, martedì 19 luglio, la rassegna “I Giardini d’estate” a Modena
Articolo successivoCarpi: fermati per un controllo in strada, consegnano alcune dosi di stupefacente