È stata approvato nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale l’intervento di assestamento del bilancio preventivo finanziario del Comune di Finale Emilia.

Partendo dall’avanzo disponibile, calcolato sul bilancio 2021 (circa 2,8 milioni di euro), sono state programmate una serie di spese aggiuntive sulla parte corrente, imputate all’anno 2022, a cominciare dai 43.000 euro per l’incarico professionale ad un esperto per la valutazione di eventuali danni ambientali provocati dalla discarica, per finire con i 40 mila euro di contributi economici alle famiglie in difficoltà.

Importante, in particolare, la previsione di incremento dei costi per l’energia, per i quali si stima un aumento di circa 600 mila euro, in parte già finanziati con precedenti variazioni di bilancio.

Vanno poi segnalate, tra le tante voci, alcune altre spese: smaltimento e pulizia area di via Galimberti (85 mila euro), conferimento in discarica e smaltimento materiali presenti nei magazzini comunali (40 mila), sistemazione archivio corrente (20 mila), incarichi tecnici per servizio manutenzioni (10 mila), incarichi tecnici per servizio lavori pubblici (60 mila), convenzioni con scuole materne private e con direzione didattica istituto comprensivo (46 mila), servizi cimiteriali (50 mila).

Particolarmente significativo l’importo aggiuntivo complessivamente destinato al servizio manutenzioni ed energia per interventi sugli edifici e le proprietà pubbliche: 766 mila euro.

Rilevante anche l’importo delle spese previste in conto capitale. L’elenco degli investimenti inseriti nella variazione approvata dal Consiglio Comunale prevede: 150 mila euro per la manutenzione straordinaria di via Fruttarola; 200 mila per altre strade comunali; 300 mila per il cimitero di Massa Finalese; 61 mila per l’acquisto di mezzi di servizio (camion e muletto); 90 mila per l’implementazione del servizio di sorveglianza; 40 mila per la progettazione della messa in sicurezza del castello; 100 mila per la manutenzione straordinaria della piscina comunale coperta, 70 mila per la manutenzione straordinaria degli impianti fotovoltaici; 50 mila per la messa in opera e l’adeguamento del parco giochi nei giardini De Gasperi; 200 mila per l’incarico relativo alla redazione del PUG, il Piano Urbanistico Generale.

Una volta detratte tutte le spese elencate nella variazione di assestamento generale al bilancio resteranno circa 1,2 milioni di euro di fondi disponibili sull’avanzo 2021.

Il consiglio comunale ha inoltre approvato due mozioni presentate dai gruppi di maggioranza e dalla lista Ricominciamo Daccapo, integrate da alcune osservazioni del consigliere di Fratelli d’Italia Paolo Saletti, che rimarcano come il Consiglio Comunale sia contrario a qualsiasi ampliamento della discarica Feronia.

La Giunta, riaffermando il proprio impegno nell’opporsi all’ampliamento, ha anche comunicato di aver previsto uno stanziamento di 43 euro mila per l’incarico ad un tecnico competente le cui valutazioni potranno avere valore di testimonianza nel procedimento penale ancora aperto.

Nel corso della seduta è stato poi approvato il regolamento che disciplina in un unico documento la consulta dell’economia, del lavoro e delle attività sociali, compresa l’agricoltura. Compito della Consulta sarà quello di avanzare proposte a sostegno dello sviluppo economico e occupazionale in ambito comunale, esprimendo osservazioni, pareri e raccomandazioni.

In apertura di seduta, il sindaco Claudio Poletti ha informato il consiglio che allo scadere dei termini del bando per i lavori sul ponte vecchio sono state sette le imprese a presentare la propria offerta.

Per tre di queste la CUC (Commissione Unica di Committenza) dell’Unione Comuni della Bassa Reggiana, che svolge funzione di stazione appaltante, ha chiesto il “soccorso istruttorio”, concedendo la possibilità di integrare e completare la documentazione presentata.

Il 5 agosto si procederà all’apertura delle buste e alla valutazione delle offerte. Assegnato l’incarico dovranno passare 35 giorni per eventuali verifiche e contestazioni relative all’affidamento, dopodiché si potrà procedere con la firma del contratto e l’apertura del cantiere, si stima intorno a metà settembre.

 

 

Articolo precedenteChiude per tre settimane il raccordo R43 Sasso Marconi-SP64 Porrettana
Articolo successivoA Modena il raduno della Nazionale di calcio in carrozzina