E’ in programma a Prignano venerdì 12 agosto una serata dedicata allo scrittore  già europarlamentare e deputato Mario Capanna, che presenterà il volume “Il risveglio del mondo, testimonianze sul parlamento mondiale”.

Capanna ha curato la stesura del volume insieme a Uliano Lucas ed entrambi saranno intervistati dal giornalista del “La Repubblica” Michele Smargiassi a partire dalle ore 21,00 al parco della Pace di Prignano.

Secondo i curatori «per salvarci insieme dai pericoli che minacciano ormai la sopravvivenza stessa dell’umanità (dai mutamenti climatici alla ripresa della cosa agli armamenti, alla “terza guerra mondiale a pezzi”, come l’ha definita papa Francesco, alla iniqua società dell’uno per cento, occorre un Parlamento Mondiale, rappresentativo di tutti i popoli, da questi eletto in base al principio secondo cui ciò che riguarda tutti deve essere deciso da tutti».

L’amministrazione locale di Prignano si è detta particolarmente entusiasta dell’evento, che offre l’occasione ai cittadini di riflettere e confrontarsi su tematiche di estrema attualità, talvolta di difficile comprensione.

Il libro attesta che l’idea-progetto di tale Parlamento ha superato il primo “collaudo”, trovando la condivisione di illustri studiosi. Numerose personalità della cultura, della filosofia, della scienza, del diritto, dell’economia e della politica argomentano in profondità e sostengono che la proposta è adeguata al marasma attuale del mondo. Anziché utopico, il Parlamento Mondiale appare come uno spiraglio di sole tra la nebbia, presagio del suo dissolvimento. «D’altra parte – come sostengono gli autori – dinnanzi a pericoli estremi, non ci resta che riporre fiducia nelle capacità umane di affrontarli e superarli».

Il volume raccoglie testimonianze, tra l’altro, di Luciano Canfora, storico e docente dell’università di Bari, Giorgio Parisi, fisico e premio Nobel, Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, Michele Serra, giornalista e scrittore e del cantautore Roberto Vecchioni.

Mario Capanna è un ex politico, scrittore e attivista ed è stato fra i principali promotori e leader del movimento giovanile del sessantotto, nonché segretario e coordinatore di democrazia Proletaria.

L’evento, promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Prignano, è a partecipazione gratuita e in caso di maltempo si svolgerà nella sala convegni del municipio.

 

Articolo precedenteUn bando per la gestione del Teatro San Giovanni Bosco
Articolo successivoPolinago in festa 2022, dal 14 agosto tre giorni di eventi, musica e gastronomia