Sostenere economicamente le realtà sportive, come le polisportive, che hanno ridotto l’attività dopo essere state “colpite” del Covid, compensando quindi le minori entrate economiche derivanti dagli effetti della pandemia. È l’obiettivo del nuovo avviso pubblico del Comune di Modena, rivolto in particolare ai soggetti che gestiscono strutture sportivo – ricreative in città realizzate su aree comunali in diritto di superficie o in concessione patrimoniale, che mette a disposizione contributi straordinari per 180mila euro per continuare a supportare l’attività di strutture che rappresentano un valore per il territorio sia per l’ampia offerta sportiva e motoria che propongono alla comunità sia perché rappresentano luoghi di educazione, socialità e inclusione.

La giunta comunale ha approvato martedì 9 agosto, su proposta dell’assessora allo Sport Grazia Baracchi, il nuovo bando per la richiesta dei fondi che sarà pubblicato nei prossimi giorni
L’avviso pubblico è destinato alle realtà (associazione sportive, società sportive, polisportive – polivalenti) in grado di dimostrare mancati introiti nel trimestre marzo – maggio 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019. Il contributo a fondo perduto può ammontare fino al 30 per cento della differenza economica che risulta dal confronto tra i due periodi, con una soglia massima di risorse erogabili (15mila euro). Obiettivo del bando, inoltre, è accogliere tutte le richieste di chi potrà avere diritto ai contributi; la fase istruttoria si concluderà entro ottobre, con l’obiettivo di avviare l’erogazione dei finanziamenti entro la fine dell’anno.
L’avviso pubblico si pone in continuità con altri due bandi attivati dall’Amministrazione comunale a fine 2020 e a fine 2021. Il primo, intitolato “RiprendiaMOci lo Sport”, aveva previsto uno stanziamento economico per 299mila euro, di cui 157mila per le polisportive; col secondo erano stati concessi contributi straordinari per 150mila euro. I fondi inseriti nel nuovo bando portano a quasi tre milioni di euro l’ammontare di risorse destinate a vario titolo negli ultimi sette anni dal Comune alle polisportive: oltre alle azioni di sostegno legate agli effetti del Coronavirus, infatti, sono quattro i bandi per l’erogazione di fondi comunali attivati dall’Amministrazione dal 2015 a oggi a supporto degli interventi di riqualificazione delle strutture sportive attive sul territorio.

Articolo precedenteMirandola, al via il bando a sostegno delle famiglie in stato di bisogno per il pagamento delle utenze domestiche
Articolo successivoGuastalla, contributi per la rinegoziazione dei contratti di locazione