I cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni politiche del 25 settembre, possono scegliere di esercitare il diritto di voto per corrispondenza. Lo stesso vale per i familiari conviventi all’estero.

Per ricevere il plico elettorale, contenente la scheda per il voto, all’indirizzo estero deve essere presentata apposita richiesta al Comune italiano di residenza entro il 24 agosto 2022.

Gli elettori affetti da infermità, tali che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano (es: condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali), hanno invece la possibilità, su espressa richiesta, di votare presso la propria abitazione (legge 46/2009).

Le disposizioni sul voto domiciliare, si applicano solo nel caso in cui il richiedente dimori nell’ambito del territorio nazionale. Il voto sarà raccolto, durante le ore in cui è aperta la votazione, domenica 25 settembre, dal Presidente della sezione elettorale competente.

Per l’ammissione al voto occorre presentare domanda al Comune entro lunedì 5 settembre 2022. La richiesta, compilata e firmata, deve essere inviata con copia della tessera elettorale e certificato medico rilasciato dal medico designato dai competenti organi dell’Azienda sanitaria locale. Il certificato potrà attestare l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto.

Per entrabe le necessità i moduli sono disponibili sul sito www.fiorano.it e vanno inviati, con la documentazione richiesta, tramite: posta elettronica a anagrafe@fiorano.it; oppure con posta elettronica certificata a demografici@cert.fiorano.it o ancora consegnati a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Fiorano Modenese, in piazza Ciro Menotti n. 1, al primo piano del Municipio, negli orari di apertura.

Articolo precedenteFondi Pnnr: altri 10,6 milioni per asili nido e scuole dell’infanzia reggiane
Articolo successivoIlaria Cucchi candidata del centrosinistra per il Senato a Firenze