Su richiesta del Presidente Alberto Calciolari si è tenuto un incontro tra i vertici dell’Ausl modenese, in particolare del Distretto di Mirandola, e i sindaci le cui amministrazioni fanno parte dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord, per avere rassicurazioni circa la continuità dei servizi sanitari facenti capo all’ospedale Santa Maria Nuova.

L’azienda sanitaria ha rassicurato gli amministratori sul fatto che, nonostante il periodo estivo, non sono previste riduzione dell’offerta sanitaria, soprattutto per quanto riguarda il settore emergenza/urgenza, con l’automedica dell’ospedale mirandolese che al momento, seppure in servizio su 12 ore giornaliere, è l’unica a disposizione di tutta la Bassa modenese.
Sindaci e dirigenti Ausl si sono lasciati dandosi appuntamento per i primi giorni di settembre, per un nuovo Comitato di Distretto durante il quale si possa fare il punto sulla situazione dei servizi sanitari offerti ai cittadini dall’ospedale Santa Maria Bianca e più in generale nei territori del distretto.

Articolo precedenteWest Nile, intervenire anche nelle strutture per anziani
Articolo successivoQuarta dose “by night” per over 60enni