Si è svolto martedì 23 agosto in municipio a Bondeno (Fe) l’incontro per fare il punto sui danni inferti dal maltempo dello scorso 17 agosto. Alla riunione erano presenti rappresentanti delle Amministrazioni comunali di San Felice sul Panaro, Vigarano Mainarda, Ferrara e Bondeno, la presidenza della Regione Emilia-Romagna, la direttrice dell’agenzia per la sicurezza territoriale Rita Nicolini, la responsabile regionale della Protezione civile, Alceste Zecchi, i vigili del fuoco. L’evento atmosferico, del tutto imprevedibile, ha provato danni nel Ferrarese, nel Modenese, nell’Appennino parmense e nel Riminese.

L’Amministrazione comunale di San Felice ha chiesto che vengano attivati tutti gli strumenti necessari a tutela dei cittadini e delle aziende danneggiati. Dal canto suo la Regione ha fatto sapere che a breve inoltrerà al Governo la richiesta dello stato di emergenza nazionale, mentre in Giunta regionale, la prossima settimana, sarà approvato uno stanziamento iniziale di un milione di euro. Al momento manca ancora una stima esatta dei danni inferti. In conclusione è stata evidenziata da tutti i presenti la straordinaria reazione delle comunità colpite che da subito si sono rimboccate le maniche e hanno cercato di riparare i danni. La Regione ha promesso che sarà vicina alle popolazioni colpite e che lavorerà per reperire i fondi necessari alla ricostruzione.

Articolo precedenteEnergia, Salvini “Abbiamo bisogno del nucleare”
Articolo successivo1.498 nuovi casi Covid in regione e 1.414 guariti. Crescono i ricoveri