Sabato primo ottobre alle 16, presso il Castello di Badia di Frassinoro, si svolgerà un incontro dedicato alle opportunità e al futuro dell’economia dei comuni montani e delle comunità che ci vivono e lavorano. Un evento durante il quale si confronteranno amministratori ed imprenditori dell’Appennino emiliano, alla presenza di Anna Micelli, sindaco di Resia (Udine), che racconterà alcune iniziative di natura produttiva ed economica, che sono andate a buon fine nel Comune montano del Friuli Venezia Giulia.

Un paio di capannoni rimasti in disuso per anni, causa il fallimento di un’attività produttiva, sono stati affittati ad imprese ed imprenditori.   Vi operano il fornaio del paese che, grazie alla realizzazione di un laboratorio di pasticceria esporta fino in Austria i suoi prodotti da forno. Nell’altro, la multinazionale Eurolls ha costruito un nuovo impianto di lavorazione, con una prevalenza di occupazione femminile.

All’incontro, moderato dalla giornalista Carla Mazzola, parteciperanno i sindaci di Frassinoro, Oreste Cappelli, di Montefiorino, Maurizio Paladini e di Palagano, Fabio Braglia. Il punto di vista delle attività produttive e delle imprese sarà rappresentato da Carlotta Giovetti, amministratore di Trenton Spa, azienda metalmeccanica per l’agricoltura (con sede ed un filiale in montagna) e da Fabrizio Morini, amministratore di Pfm, azienda di eccellenza a Palagano, impegnata nelle lavorazioni di materiali ceramici.

Interverrano anche Giancarlo Cargioli, presidente del GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano e Luca Sabattini, membro della commissione Politiche Economiche della Regione Emilia Romagna.

“Vivere e lavorare in montagna – sostiene Anna Micelli- è sicuramente possibile, occorre conoscere molto bene il proprio territorio ed essere aperti mentalmente alle nuove opportunità che si possono raccogliere nella società e nel mondo economico, favorendo a livello amministrativo tutte le occasioni di sviluppo che si possono cogliere.”

Articolo precedenteERViS, apre a Modena un nuovo sportello di sostegno alle vittime
Articolo successivoGrande successo a Modena degli screening gratuiti per la prevenzione dei tumori della testa e del collo