Dopo 42 anni di servizio, il 1° ottobre scorso il Sovrintendente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Riccardo Arveda ha lasciato l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza per andare in quiescenza. Arruolatosi nel 1981, ha passato tutta la sua carriera al Commissariato di P.S. di Mirandola e la maggior parte di questo periodo presso il settore anticrimine, contribuendo alla risoluzione di molteplici indagini di polizia giudiziaria.

Poliziotto di grande esperienza, che nel tempo ha maturato una profonda conoscenza del territorio, uomo e collega disponibile, sempre pronto a dare consigli, è stato un punto di riferimento per tutti i colleghi.

Al Sovrintendente Arveda vanno gli auguri del Questore Burdese e di tutti i colleghi della Questura di Modena e del Commissariato, per una serena e meritata pensione, con l’auspicio di una vita ancora ricca di soddisfazioni personali.

******

“Semplicemente grazie: per l’impegno, il lavoro, la disponibilità, dimostrata sempre ed ogni qualvolta la cittadinanza ne avesse bisogno e necessità.” Parte da qui il Sindaco di Mirandola Alberto Greco, e per conto dell’Amministrazione comunale, nel formulare il ringraziamento a nome dell’intera comunità mirandolese all’agente della Polizia di Stato Riccardo Arveda.

“Come cittadino, prima ancora che Sindaco, e sono convinto che pari a me sono tanti i cittadini che oltre ad averlo conosciuto ne hanno apprezzato l’impegno indefesso, lo voglio ringraziare per il lavoro svolto, per i risultati ottenuti dalla Polizia di Stato col suo operato, ricaduti a beneficio della città e del territorio, per esserci sempre stato al momento del bisogno come fu quando la comunità fu colpita dal terremoto, per essere già parte della storia del nostro territorio. Il mio, il nostro e più in generale di tutti, sentito ringraziamento dunque a Riccardo Arveda con l’auspicio che possa trascorrere una serena pensione”.

Articolo precedenteEnergia e caro bollette: in Emilia-Romagna una strategia comune tra Regione e parti sociali
Articolo successivoReggio: al via i lavori per l’installazione di 15 nuovi sistemi di attraversamento pedonale di ultima generazione