Ha trovato un portafoglio e, in forma anonima, ha provveduto a far sì che ritornasse in disponibilità della proprietaria, lasciandolo nottetempo all’interno del cortile della caserma dei carabinieri di Sant’Ilario d’Enza. Una ventina di euro in contanti, documenti personali e bancari nonché effetti vari risultati appartenere a una 20enne reggiana. Tra i contenuti anche una dose di cocaina del peso di mezzo grammo.

A questo punto i carabinieri provvedevano a contattare l’interessata che confermando di aver smarrito il portfolio si presentava alla caserma di via Podgora per ottenerlo in restituzione. Dall’iniziale felicità per aver ritrovato il portafoglio smarrito con quanto interamente contenuto, la ragazza si è però dovuta imbattere anche nel rinvenimento della dose di cocaina occultata nel suo portafoglio e che per sua stessa ammissione era da lei detenuta per uso personale non terapeutico. Appurati i fatti i carabinieri di Sant’Ilario d’Enza provvedevano a restituire il portafoglio alla ragazza con tutto quanto contenuto eccezione fatta per la dose di cocaina che i carabinieri sequestravano in via amministrativa. La ragazza a questo punto veniva segnalata alla Prefettura di Reggio Emilia quale assuntrice di sostanze stupefacenti. La Prefettura reggiana ora, sul rapporto stilato dai carabinieri, potrà, qualora ne ricorrano i presupposti, provvedere alla sospensione sino a 4 mesi dei documenti di guida ed espatrio posseduti dalla ragazza.

Articolo precedenteSpettacolo dal vivo, parte la formazione per artisti e tecnici
Articolo successivoInfortunio sul lavoro a Scandiano: agricoltore muore schiacciato da rotoballa