Era stata annunciata come una grande festa, e così è stato: il Brindisi dello sport giovedì sera ha riempito il Teatro Bismantova di atlete ed atleti, famigliari e amici, per una bellissima serata che ha celebrato i traguardi raggiunti quest’anno dal progetto Castelnovo ne’ Monti Paese per lo Sport.

Sono stati premiati più di 100 tra sportivi e società che hanno raggiunto risultati importanti nell’arco dei 12 mesi, e che comunque hanno contribuito in modo determinante a rendere ormai Castelnovo Monti un punto di riferimento per l’attività sportiva anche a livello nazionale: lo testimonia ad esempio il riconoscimento assegnato a quello che è stato individuato come “evento dell’anno”, ovvero i campionati nazionali di Atletica leggera del Centro Sportivo Italiano organizzati dall’Atletica Castelnovo Monti (premiata nella persona di Maria Azzolini), una manifestazione che la scorsa estate ha portato in Appennino più di 1.500 atleti e 190 tecnici da tutta Italia, per un totale di oltre 6.000 pernottamenti. E il totale dei pernottamenti a Castelnovo legati a raduni, manifestazioni, gare e aggiornamenti tecnici ha superato i 10.000.

“Sono risultati straordinari – ha affermato il Sindaco Enrico Bini – che peraltro non si limitano al 2022 ma aprono prospettive di grande importanza anche per i prossimi anni, visto che abbiamo rinnovato per il triennio 2023 – 2025 l’accordo come Centro federale della Federazione Sport Sordi Italia (Fssi), accordo che ci ha permesso anche di ottenere i fondi per realizzare un nuovo palazzetto dello Sport da 5 milioni di euro. Il settore del turismo sportivo a Castelnovo oggi è una solida realtà, grazie alla costante attività di tante società sportive, dei volontari, e alla collaborazione di aziende e altre associazioni, che in ogni occasione ci permettono non solo di ospitare gli atleti, ma anche far loro conoscere il territorio e la comunità. Vogliamo continuare a collaborare con gli operatori privati per incrementare la ricettività visto che abbiamo maggiori richieste di quelle che riusciamo a soddisfare. Ringrazio la Regione Emilia-Romagna che ci segue e ci appoggia in questi progetti”.

Alla serata ha partecipato anche, proprio in rappresentanza della Regione, Giammaria Manghi, che ha sottolineato come “le attività legate alla Sport Valley veicolano valori di grande importanza, lo sport è un mezzo per la crescita sana dei ragazzi, per trasmettere messaggi come l’inclusione, lo spirito di squadra, il sacrificio per raggiungere risultati. Oggi l’Appennino ha gli strumenti per avere attrattività turistica lungo tutto l’arco dell’anno costruita su questo settore”.

Un esempio lo hanno portato gli ospiti d’onore della serata: le squadre nazionali di Basket femminile della Fssi, medaglia d’argento alle Olimpiadi dei sordi di Rio 2022 e campionesse europee, e la squadra maschile di Volley Fssi, medaglia di bronzo in Brasile e campioni europei 2022. Entrambe hanno ringraziato per l’ottima accoglienza ricevuta a Castelnovo per il loro raduno di fine anno, non solo nell’ambito delle strutture sportive e ricettive ma in tutte le occasioni di incontro con la cittadinanza.

Ad essere premiate sono state atlete e atleti delle società castelnovesi Olimpia Fitness, Centro Danza Appennino, Atletica Castelnovo Monti, Fa.Ce, Onda della Pietra Triathlon, LG Competition Basket, Stone Trail Team, Atletic Progetto Montagna, Scuola danza teatro e canto Arcobaleno, Università del Pedale, Tennis Tavolo Bismantova, Motoracing Team, Circolo Tennis Appennino Reggiano, Istituto comprensivo Bismantova tiro con l’arco, Sci Nordico Bismantova, Just Climb Asd, Briganti a 6 zampe, e le società che hanno contribuito alle attività di valorizzazione del territorio Cai Bismantova, La Pietra guide alpine, Kangeiko Karate, Asd Felina, Polisportiva Gatta, Appennino Volley Team, Sps la Pietra Lago di Virola, Sci club Bismantova, Polisportiva Quadrifoglio, Felinese Scrl.
La serata è stata animata dalle esibizioni di danza di Olimpia Fitness, Centro Danza Appennino e Scuola Arcobaleno.

 

Articolo precedenteDal 23 al 29 dicembre 9.683 nuovi casi Covid in Emilia Romagna, quasi 15mila guariti
Articolo successivoMondiali, mercato e lutti ma ora torna la Serie A