Mine vaganti – Francesco Pannofino e Iaia Forte (ph Romolo Eucalitto)

Sono state definite le modalità di rimborso per lo spettacolo “Mine vaganti”, rinviato il 3 dicembre causa indisposizione di uno degli interpreti, e ieri annullato per l’impossibilità della compagnia di organizzare nuove date a Carpi. Le modalità, dettate da norme di legge, saranno diverse fra abbonati tradizionali e possessori di biglietti.

 

ABBONAMENTI – I possessori della tessera tradizionale (non il carnet di biglietti detto “abbonamento libero”) riceveranno via e-mail entro febbraio un “voucher” pari al rateo di abbonamento, utilizzabile fino al 30 settembre nella biglietteria “InCarpi” per spettacoli organizzati dal Comune di Carpi.

BIGLIETTI – Chi possiede biglietti acquistati nella biglietteria InCarpi (quindi anche i possessori del cosiddetto “abbonamento libero”) deve fare richiesta entro sabato prossimo, 14 gennaio, tramite questo collegamento https://terredargine.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=rimborso_spettacolo

I possessori dovranno poi consegnare i biglietti originali alla biglietteria “InCarpi” entro il 31 gennaio, in modo da ottenere il rimborso tramite bonifico bancario entro il mese di marzo.

VIVATICKET – Chi possiede biglietti acquistati su “Vivaticket” riceverà direttamente dal gestore di quel servizio una comunicazione specifica per le pratiche di rimborso.

Per informazioni: InCarpi, 059649255 incarpi@comune.carpi.mo.it

Articolo precedenteFirmata la terza dichiarazione congiunta Nato-Ue
Articolo successivoModena: extasy, cocaina, hashish, marijuana e 5900 Euro in contanti