Per entrare abusivamente in centro storico aveva coperto parzialmente la targa del furgone col nastro adesivo, con l’obiettivo di renderla illeggibile. Il corriere, un 25enne, è stato però scoperto dalla Polizia locale di Modena, che lo ha denunciato per l’alterazione. L’uomo, inoltre, sarà sanzionato per gli accessi illeciti in area Ztl.

Come ricostruito dagli operatori del centro storico col supporto dei colleghi dell’ufficio validatori, infatti, in diverse occasioni, soprattutto nella tarda mattinata del venerdì, il Citroen Jumper condotto dal corriere accedeva in centro storico per effettuare consegne di generi alimentari in alcuni negozi. I varchi cittadini, però, non erano riusciti a “leggerne” la targa.

Il veicolo, quindi, è stato intercettato e fermato dalla Polizia locale proprio all’altezza di uno degli ingressi in zona Ztl e il controllo ha permesso di appurare che su alcune delle lettere e delle cifre era stato applicato il nastro adesivo. L’assenza del regolare permesso per entrare in centro è stata addotta come motivazione della condotta illecita; al conducente, quindi, sono stati contestati gli articoli 477 e 482 del Codice penale, il reato di falsità materiale commessa dal privato, che prevedono una pena che può arrivare fino a due anni di reclusione. La targa è stata sequestrata, a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre il mezzo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

Il conducente, originario della Moldavia e residente in città, al momento del controllo non era in possesso dei documenti sulla permanenza in Italia. Deve rispondere, dunque, anche della violazione della normativa sugli stranieri.

Articolo precedenteConfindustria, evitata la recessione anche nel primo trimestre 2023
Articolo successivoIniziato il procedimento di bonifica bellica dell’area Ex Sipe