Approvata dal Consiglio Comunale la Variante Urbanistica del “Casinetto” che vedrà sorgere, nell’area Nord del nostro Comune, un quartiere moderno a bassissimo impatto ambientale. L’intervento prevede la realizzazione di una piccola struttura commerciale e circa una settantina di nuovi alloggi tra nuovi appartamenti e villette. Inoltre il Comparto sarà dotato di attrezzature pubbliche destinate alla comunità quali una piccola palestra, grandi aree a disposizione per la realizzazione di un ampio bosco urbano e possibili attrezzature pubbliche.

La variante coinvolge una zona già da tempo convertita da terreno agricolo a residenziale a fine anni ’90 pianificata come area residenziale “comparto Casinetto”; ne è stato ampliato il perimetro consentendo di soddisfare interessi pubblici e di progettare uno sviluppo urbano che tenga conto della qualità dell’abitare in un ambito di ampi spazi verdi e alberati, attraversati da pedonali e ciclabili dove il verde ha grande risalto. L’area è ben inserita nel contesto urbano spilambertese e porterà ad aumentare l’offerta residenziale di qualità del nostro paese.

 

La variante si pone l’obiettivo di dare risposta a tematiche di forte interesse per la nostra comunità:

– verrà aumentata l’offerta di nuovi alloggi immersi nel verde con caratteristiche tecniche all’avanguardia rivolte al risparmio energetico e alla qualità dell’abitare (7.000 mq di superficie utile per circa una settantina di alloggi);

– verranno realizzati nuovi alloggi di edilizia convenzionata, a prezzo calmierato ma di alta qualità, per dare possibilità anche a giovani coppie di accedere al primo acquisto della propria casa (20% degli alloggi complessivi previsti sull’area);

– verrà creato un bosco urbano a ridosso della città che contribuirà all’assorbimento di CO2, alla ricarica delle falde acquifere e all’offerta di nuovi spazi pubblici all’aperto per la coesione sociale (26.782 mq);

– viene individuata un’area idonea per un possibile futuro ampliamento del cimitero o per altre strutture pubbliche (16.730 mq);

– verrà individuata un’ampia area vicino al bosco urbano e prossima alla rotatoria dove possa essere garantita, in futuro, la realizzazione di infrastrutture pubbliche;

– verrà accolta la richiesta formulata da parte della proprietà di trasformare il locale “Le Scuderie” in ristorante e parte in residenziale, anche di natura turistica;

– verrà creata una struttura medio-piccola di vendita alimentare che, oltre a servire il quartiere e la zona nord della città oggi sprovvisti, ripristinerà una adeguata rete di vendita nel territorio (1.800 mq);

–  verrà ricavata all’interno del complesso residenziale una piccola palestra pubblica di circa 400 mq, particolarmente indicata per lo svolgimento di attività quali yoga, arti marziali e ginnastica dolce che implementerà così le strutture sportive del paese.

La realizzazione dei nuovi fabbricati seguirà le normative sul risparmio energetico ovvero nZEB: Nearly Zero Energy Building (edifici ad alta efficienza energetica con consumo di energia quasi nullo).

 

Articolo precedenteFestività pasquali, sabato 8 aprile variazione apertura di alcuni servizi dell’Ausl Reggio Emilia
Articolo successivoA Vignola un nuovo bosco con la piantagione di oltre 1.000 tra alberi e arbusti