Martedì 25 aprile tornano a S.Ilario le celebrazioni per la Festa della Liberazione promosse dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con ANPI S.Ilario.

Dopo la Santa Messa (ore 9.00) in memoria dei Caduti delle Guerre nella Chiesa di Sant’Eulalia con la partecipazione del Coro Mavarta, l’appuntamento è per le ore 10.00 davanti al Municipio da dove partirà il Corteo accompagnato dalla Banda del Corpo Filarmonico di S.Ilario che farà tappa ai Monumenti per i Caduti e arriverà in piazza Repubblica.

Davanti al Monumento al Partigiano della piazza interventi e contributi delle istituzioni e delle associazioni. Si inizia con il saluto del sindaco Carlo Perucchetti e di Ives Arduini, presidente di ANPI S.Ilario. Sarà quindi la volta di Albertina Soliani, dal 2015 presidente dell’Istituto Alcide Cervi, carica rinnovata per altre anni proprio lo scorso maggio. Insegnante, dirigente didattica, senatrice del Parlamento Italiano per tre legislature e già sottosegretaria al Ministero della Pubblica Istruzione, attuale vicepresidente nazionale di ANPI, Albertina Soliani è figura riconosciuta e autorevole per il suo impegno nella tutela e promozione dei valori democratici e antifascisti. Accanto agli interventi ufficiali “Canti e pensieri di libertà” con ragazze/i dell’Istituto Comprensivo di Scuola Primaria e Secondaria di I grado Sant’Ilario d’Enza e della Scuola di Musica del Corpo Filarmonico S.Ilario.

Dopo la piazza (in caso di maltempo l’evento si terrà al Piccolo Teatro (ore 10.00), l’appuntamento è al Parco di San Rocco con il Pranzo della Liberazione di ANPI (ore 12.30, su prenotazione).

La celebrazione del 25 aprile è il momento culminante delle attività legate alla memoria, alla conoscenza della storia, alla difesa dei diritti e dei principi della Costituzione che animano le attività dell’Amministrazione, di ANPI S.Ilario e dell’associazionismo locale. Quest’ anno particolarmente significative sono state la mostra, in occasione del Giorno della Memoria, dedicata ad Anne Frank al Centro Mavarta con la partecipazione di oltre cinquecento studenti delle scuole del territorio, il ricordo di Pietro Iotti promosso dall’associazione Orizzonti, quello dedicato agli IMI dell’Università dell’Età Libera, la Commemorazione dell’Eccidio di Ponte Cantone a febbraio dove è finalmente tornato il corteo. Ma le iniziative proseguono: ANPI S.Ilario sta organizzando per maggio, dopo la sospensione a causa della pandemia, un nuovo “Viaggio della Memoria”, rivolto a scuole e cittadinanza, al campo di concentramento di Mauthausen (Austria) dove furono deportati diversi cittadini santilariesi.

 

Articolo precedenteInaugurata la nuova area attrezzata di via Donati a Modena
Articolo successivoAttività di plogging per gli studenti dell’istituto Russell di Guastalla