Sono diversi gli appuntamenti del Festival Narrativo del Paesaggio in programma questo fine settimana: venerdì 9 giugno alle 18.30 a Castel Guelfo “Scatti guelfesi”, performance podistica non competitiva con partenza dal centro storico del paese attraverso i paesaggi presenti nelle fotografie di Enrico Pasquali. Si prosegue sabato alle 10 a Medicina con “Passeggiata nello sguardo di Enrico Pasquali”, visita guidata urbana a partire dalla mostra “Il Canale emiliano-romagnolo nello sguardo di Enrico Pasquali”, realizzata in occasione del centenario della nascita del fotografo autore di gran parte delle fotografie che compongono l’Archivio storico fotografico del Comune di Medicina.

Sempre sabato, a Montepastore (Monte San Pietro) a partire dalle 15, “Gli astri raccontano”, trekking sul Sentiero dei Pianeti, visita all’Osservatorio Felsina, letture e proiezione del film “Voyage dans la lune” di Georges Melies.

“Andare a veglia: antiche fole della montagna bolognese con Matteo Belli” sabato alle 20.30 fa tappa a Borgo Riomaggio (Monzuno).

Domenica il Festival torna in pianura: a Pieve di Cento e a Castello d’Argile con “Due terre e un fiume. Trekking sull’argine dall’ex convento di S. Francesco al Reno alle colonie elioterapiche”. Partenza alle 16.45 da piazza Andrea Costa a Pieve di Cento, dopo aver visitato la Collegiata si prosegue percorrendo l’argine del fiume Reno e si arriva nei pressi della colonia elioterapica, presentata con testimonianze delle cronache ricostruite in forma teatrale.

A causa dei danni provocati dal maltempo sono stati rimandati a data da destinarsi questi eventi: 10 giugno – “Alla scoperta della Diga di riviera e della sua Chiesa Romanica” (Casalfiumanese e Borgo Tossignano); 10 giugno – “Da Fontanelice al fiume” (Fontanelice) e 11 giugno – “Racconti su due ruote tra la pianura e il fiume” (Mordano e Imola).

Per aggiornamenti e prenotazioni consultare il sito festivalnarrativodelpaesaggio.it

Il Festival Narrativo del Paesaggio fa parte del programma di Bologna Estate 2023, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena. Il coordinamento del Festival è affidato alla società Mismaonda.

Articolo precedenteFrane e alluvioni in Appennino, Lapam: “Investimenti necessari e da realizzare in tempi rapidi”
Articolo successivoSasso Marconi 2023: tre incontri per presentare le opere pubbliche e i grandi interventi di riqualificazione del territorio