Sulla scia del successo degli anni precedenti, parte sabato 15 luglio da Ripoli l’edizione 2023 di “Borghi Divini”, la rassegna del Comune di San Benedetto Val di Sambro svolta in collaborazione con l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, che da anni ripropone il format vincente capace di coniugare la bellezza di borghi interessanti del territorio e l’enogastronomia locale, il tutto accompagnato da esibizioni musicali live in un’atmosfera piacevole e rilassante.

Si riparte dunque dal magnifico Borgo Serrucce di Ripoli, a cui faranno seguito quelli di Qualto il 29 luglio e di Musolesi a San Benedetto Val di Sambro il 26 agosto: in ognuno di questi, una serata che si svilupperà attraverso momenti artistici di vario genere accompagnati con prodotti tipici della cultura locale.

Questi tre borghi simboleggiano una realtà peculiare e caratteristica molto diffusa nel comune e nel resto dell’appennino: talvolta nascosti e – come tali – bene si prestano a questo genere di manifestazioni, che abbinando prelibatezze enogastronomiche e musica, tutti contenuti all’interno di una cornice da favola.

“Il rapporto tra Borghi diVini e San Benedetto Val di Sambro in questi anni si è fatto sempre più stretto – commenta il Sindaco di San Benedetto Alessandro Santoni – e lo dimostra il fatto che anche quest’anno l’intera rassegna si svolgerà esclusivamente nel nostro Comune. Con il primo appuntamento nello splendido borgo di Serrucce parte un importante percorso di pubblicizzazione e valorizzazione dei nostri borghi più caratteristici – che in realtà sono molti e molti di più – ritrovandoci nei luoghi storici del comune per viverli assieme ed allo stesso tempo farli conoscere a coloro che decideranno di venire in villeggiatura nel nostro paese e che magari, senza saperlo, potrebbero perdere l’occasione di visitare queste magnifiche realtà. Ciò che proponiamo sono dunque momenti per scoprirne storia e cultura, luoghi da visitare e fotografare, ma soprattutto da vivere, nel fresco della montagna, godendo della fantastica accoglienza che solo questi territori sono in grado di offrire in maniera così unica e speciale. Siamo contenti di questa rassegna, e colgo l’occasione per ringraziare tutti i cittadini e le Associazioni locali, prima fra tutte la Proloco, che insieme anche quest’anno hanno curato l’organizzazione della rassegna, continuando assieme a noi a collaborare per la valorizzazione territoriale. Nonostante la ricchezza e la varietà di scelta che il nostro Appennino propone in estate, in questi anni abbiamo avuto una buona e crescente affluenza di turisti sia italiani che stranieri, segnale che questo format piace ed inizia ad essere notato ed apprezzato anche fuori dal territorio. Cresce infatti il numero dei partecipanti che oltre a degustare i sapori dell’Appennino e dei suoi prodotti, coglie l’occasione per visitare i borghi, cenare fuori ed in compagnia.”

Per ogni serata, dalle 18 alle 24, il programma prevederà magnifici incontri tra paesaggio, storia, sapori e musiche diffuse in alcuni dei borghi più caratteristici del nostro Appennino. L’ingresso ai borghi, ai concerti ed agli spettacoli è libero.

Articolo precedenteSabato al Parco dei Popoli di Castellarano Benny Benassi per la data debutto di Electronic BBQ
Articolo successivoIl 19 luglio un incontro sulle tendenze moda Autunno/Inverno 2024/25 con gli esperti di ‘Zoom on fashion trends’