L’elezione del Garante per il Comune di Modena dei diritti delle persone private della libertà personale è tra i temi principali dell’ultima seduta, prima della pausa estiva, del Consiglio comunale di Modena, in programma lunedì 24 luglio, in cui verranno presentati anche gli studi di fattibilità su trasporto pubblico locale e Hub intermodale, nell’ambito del Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) .

I lavori sono convocati nell’aula consiliare e vengono trasmessi in diretta streaming sul sito web istituzionale dell’Ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 direttamente con l’appello, in quanto non sono previste interrogazioni.

Segue la discussione di quattro delibere tra cui, appunto, l’elezione del Garante per il Comune di Modena che opererà (per cinque anni) per i diritti dei detenuti e per chi è privato o limitato nella libertà personale.  Le tre candidate al ruolo sono la criminologa Giovanna Laura De Fazio, 59 anni, docente dell’Università di Modena e Reggio Emilia, autrice di numerosi studi anche sulle carceri e sull’ordinamento penitenziario; l’attivista Alice Miglioli, 39 anni, impegnata nel comitato Verità e giustizia per i morti di Sant’Anna e nello Sportello detenuti e familiari dei detenuti, laureata in Lettere e diplomata in Archivistica; l’ex funzionaria della Ragioneria generale dello Stato Grazia Prampolini, 70 anni, laureata in Economia, già revisore dei conti per enti pubblici, impegnata in associazioni di volontariato.

Le altre delibere riguardano l’aggiornamento del Regolamento comunale dei servizi pubblici non di linea per il trasporto di persone, e due documenti di urbanistica relativi a un permesso di costruire convenzionato per la trasformazione urbanistico-edilizia dell’area posta tra via XXII Aprile e via Busani, e a una convenzione urbanistica per la realizzazione di un nuovo capannone produttivo in via Folloni.

I lavori del Consiglio si concluderanno con la presentazione degli studi di fattibilità sul trasporto pubblico locale e sull’Hub intermodale, previsti dal Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). I documenti saranno illustrati dall’assessora all’Ambiente e alla Mobilità sostenibile Alessandra Filippi.

Articolo precedenteAsfaltature, estate di cantieri in 12 Comuni: si parte da Spilamberto
Articolo successivoA Mirandola servizi coordinati dei Carabinieri per il controllo del territorio