Nella seduta del 31 luglio scorso il Consiglio dell’Unione Val d’Enza ha rieletto come Presidente Luca Ronzoni, Sindaco di Gattatico. Ronzoni ha già ricoperto il ruolo nei due anni precedenti e viene ora rieletto per il nuovo biennio.

In questo caso la Giunta dei Sindaci ha deciso di derogare rispetto al tradizionale criterio di “rotazione” per la necessità di dare continuità alla struttura organizzativa in un momento in cui occorre portare a termine tutte le progettazioni finanziate con il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), anche considerato il fatto che molti comuni andranno ad elezioni la prossima primavera.

“Questa Giunta, con il valido supporto dei funzionari dell’Unione” commenta Ronzoni “ha raggiunto un risultato straordinario. Sono stati ottenuti finanziamenti per oltre 2,5 milioni di euro, che ora dovranno essere gestiti in modo efficiente per incrementare i servizi nell’ambito sociale e nell’ambito della digitalizzazione e dell’accessibilità.  Si tratta di finanziamenti essenziali “ prosegue Ronzoni, “in un momento storico di difficoltà economica sia per le famiglie che per le aziende e le amministrazioni locali: l’occasione di utilizzare in modo efficace le risorse straordinarie del PNRR non può essere in alcun modo mancata. Lo straordinario lavoro dei nostri tecnici, che ci ha consentito di ottenere risultati così importanti, deve poter poggiare su un’adeguata continuità politica per portare a termine tutti gli obiettivi”.

Il Presidente conferma le deleghe già attribuite ai Sindaci che compongono la Giunta: ad Andrea Carletti, Sindaco di Bibbiano, la delega all’Istruzione e all’ambiente; a Luca Bolondi, Sindaco di Canossa, la promozione del territorio e le attività produttive; a Franco Palù, Sindaco di San Polo d’Enza, digitalizzazione e pianificazione territoriale; a Francesca Bedogni, Sindaca di Cavriago, Bilancio, Personale e Pari Opportunità; a Fausto Torelli, Sindaco di Montecchio Emilia, Sanità e Servizi sociali; confermate anche la Protezione civile a Alessandro Spanò, sindaco di Campegine, e Associazionismo, volontariato, Cultura e Sport al Sindaco di Sant’Ilario, Carlo Perrucchetti.

Articolo precedenteMaranello, al lavoro in bici con il ‘Bike to Work’: 29 tonnellate di CO2 risparmiate in tre anni
Articolo successivoFormigine, terreni confiscati trasformati in bosco urbano